Me
HomePolitica

Elezioni in Guatemala, ballottaggio tra Torres e Giammattei

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 17 Giu. 2019 alle 15:46 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 01:10
Immagine di copertina
Credit: Johan ORDONEZ / AFP

Elezioni Guatemala 2019 risultati | Ballottaggio | Elezioni presidenziali Guatemala

Elezioni Guatemala 2019 risultati – Il 16 giugno i cittadini del Guatemala si sono recati alle urne per eleggere il nuovo presidente del paese e i membri del nuovo parlamento.

Con il 42 per cento dei voti scrutinati, il paese dell’America Centrale dovrà tornare al voto l’11 agosto: a sfidarsi al ballottaggio saranno i due candidati che hanno ottenuto il maggior numero di preferenze.

I due più votati sono stati Sandra Torres, esponente del centro,  imprenditrice nonché ex first lady tra il 2008 e il 2011 (è la ex moglie dell’ex presidente Alvaro Colom), e Alejandro Giammattei, candidato del partito di destra Vamos.

La prima ha ottenuto il 24,18 per cento dei voti, il secondo il 15 per cento. Il terzo più votato è stato Edmond Mulet, ex funzionario dell’Onu, che ha preso il 12,11 per cento dei voti.

Elezioni presidenziali Guatemala | I migranti

Le elezioni in Guatemala si sono svolte in un clima particolarmente teso a causa della questione migranti.

Il paese centroamericano è terra di passaggio dei profughi che lasciano il latinoamerica per arrivare negli Stati Uniti.

Il presidente americano Donald Trump ha minacciato sanzioni economiche contro i paesi che permetto il transito dei migranti verso il Nord e lo stesso Messico è pronto a schierare al confine 6mila soldati per bloccare il flusso di profughi.

“Clandestino tra Messico e Stati Uniti: il mio viaggio su una Bestia insieme ai migranti che inseguono il sogno americano”

I temi della campagna elettorale

La migrazione e i rapporti con gli Usa non sono stati gli unici temi della campagna elettorale guatemalteca.

Anche la lotta contro la criminalità e lo spaccio di droga nel paese sono stati argomenti particolarmente discussi, dato il loro impatto sulla società.

La candidata favorita era la centrista Torres, anche se la sua candidatura ha fatto molto discutere. Ex moglie del presidente Álvaro Colom, da cui aveva divorziato nel 2011, aveva già cercato di arrivare alla presidenza del paese in quello stesso anno ma era stata esclusa per tentata frode.

Il sospetto dei giudici era che si fosse separata dal marito per potersi presentare alle elezioni e aggirare così la legge che prevede che i parenti dei presidenti in carica non possono candidarsi alle elezioni.

Torres si era poi presentata alle urne del 2015, ma aveva perso contro Jimmy Morales. In seguito era stata indagata per finanziamenti illeciti.