Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 22:52
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Elezioni comunali a Milano, la conferma di Morgan: “Ho accettato la candidatura a sindaco”

Immagine di copertina

Elezioni comunali Milano, Morgan: “Ho accettato la candidatura a sindaco”

Nei giorni scorsi Vittorio Sgarbi, candidato a sindaco a Roma, ha annunciato l’intenzione di presentare la candidatura di Morgan alle elezioni comunali 2021 a Milano, inserendolo nella sua lista chiamata “Rinascimento”: oggi, 15 ottobre, il noto cantante ha confermato tutto. “Ho accettato la proposta di Sgarbi – ha dichiarato Morgan intervenendo nella trasmissione Un giorno da pecora, su Rai Radio 1 – perché mi piacciono le sfide e amo la mia città. La proposta mi è arrivata a tarda notte”. L’artista, incalzato dai conduttori, si è sbilanciato anche su alcuni nomi di persone che vorrebbe al suo fianco in questa avventura: “La lista secondo me crescerà molto, mi piacerebbe avere con me uomini intelligenti. Ad esempio il professor Alberoni, così come Eugenio Finardi, un’altra figura importante”.

Alla domanda se sia di destra o di sinistra, Morgan ha risposto così: “Sicuramente più di sinistra che di destra, ma non mi piace fare questo ragionamento. Sono di formazione libertaria, più vicino alla sinistra, ma non è destra né sinistra”. Alle ultime elezioni politiche, il cantante ha dichiarato di non aver votato: “Non mi riconosco in questo stile di democrazia, non mi piace, è un sistema che non mi interessa”. Mentre su chi preferisce tra Matteo Salvini e Nicola Zingaretti, non ha avuto dubbi: “Salvini non mi dispiace, ha dei tratti positivi. Vedo più le persone che gli schieramenti, oggi i partiti non è che siano proprio portatori di ideali. Non si può credere in un partito come ai tempi di Berlinguer e Almirante”.

Immancabile, infine, una domanda sul suo litigio con Bugo, con cui si era presentato a Sanremo 2020: “Bugo assessore? Farebbe un buco nell’acqua, forse sarebbe adatto come assessore alle buche o alle infiltrazioni. Il mio slogan? Ribellirai, diventare di nuovo belli con ribellione”.

Leggi anche: 1. Vittorio Sgarbi si candida a sindaco di Roma: “C’è da ricostruire una città e ridarle la dignità di Capitale” /2. Sgarbi a Franceska Pepe: “Eravamo in bagno insieme, ma non è successo nulla perché mi fai schifo” /3. Milano 2021: Salvini apre alle primarie per il candidato sindaco del centrodestra

Ti potrebbe interessare
Politica / Via libera del Cdm al Dl fisco, il governo si spacca sul reddito di cittadinanza
Politica / Il candidato romano di Meloni a Tor bella monaca che non rinnega "camicia nera e saluto romano"
Politica / Indiscreto: Merkel offre a Draghi lo scettro d’Europa
Ti potrebbe interessare
Politica / Via libera del Cdm al Dl fisco, il governo si spacca sul reddito di cittadinanza
Politica / Il candidato romano di Meloni a Tor bella monaca che non rinnega "camicia nera e saluto romano"
Politica / Indiscreto: Merkel offre a Draghi lo scettro d’Europa
Politica / L’ultimo volo di Alitalia, il sindaco di Fiumicino al gate: “Ita non ha visione e nessuno pensa ai lavoratori dell’indotto”
Politica / Chi flirta col Ventennio: ecco chi sono i nostalgici imbucati tra Lega e Fratelli d’Italia
Cronaca / Scontro Salvini-Letta sul Green Pass: “Semplificare vita ai non vaccinati”. Il leader Pd: “Non cedere su regole”
Politica / Draghi irritato con Lamorgese per la circolare sui tamponi gratis ai portuali di Trieste
Cronaca / Scontri a Roma, Lamorgese: “Nessun arresto per evitare rischi”. Meloni attacca: “È strategia della tensione”
Politica / Salvini incontra Draghi: “Sono preoccupato per il Paese, deve guidare la pacificazione nazionale”
Politica / CasaPound sta con Forza Nuova: “No allo scioglimento, non torniamo alla Santa Inquisizione”