Covid ultime 24h
casi +26.323
deceduti +686
tamponi +225.940
terapie intensive -20

Nuovo Dpcm per il Natale: coprifuoco, spostamenti, bar e ristoranti. Tutte le novità

Di Redazione TPI
Pubblicato il 21 Nov. 2020 alle 15:37 Aggiornato il 21 Nov. 2020 alle 15:37
593
Immagine di copertina
Giuseppe Conte. Credit: Ansa

Se i buoni segnali di questi giorni sulla curva dei contagi dovessero essere confermati, il Governo sembra intenzionato a varare un nuovo Dpcm per il prossimo 3 dicembre, con l’allentamento di alcune restrizioni anche in vista del periodo natalizio. Prima, però, come vi abbiamo spiegato in questo articolo, c’è un’altra data importante, ovvero quella del 27 novembre. E’ infatti il giorno in cui alcune regioni potrebbero cambiare “colore” e passare dalla zona rossa a quella arancione.

Quanto al Dpcm del 3 dicembre, l’obiettivo dell’esecutivo è quello di consentire una ripresa delle attività economiche in vista del Natale. Ecco allora che alcune misure attualmente in vigore potrebbero cambiare. Il tutto, ovviamente, solo se si dovesse riscontrare un effettivo miglioramento nell’andamento dell’epidemia, tale da consentire l’allentamento di alcune strette. Vediamo nel dettaglio i cambiamenti che potrebbero essere apportati a partire dal prossimo 3 dicembre.

Coprifuoco

Il Governo vorrebbe spostare in avanti l’orario del coprifuoco. Attualmente previsto alle ore 22, potrebbe entrare i vigore alle 23 o anche alle 24.

Bar e ristoranti

L’idea del Governo è di consentire un’apertura serale di bar e ristoranti, che attualmente devono chiudere alle ore 18. Tornerebbe quindi la possibilità di andare a cena fuori o in un bar anche in orario serale. Questo, ovviamente, a patto che vengano rispettate tutte le norme di sicurezza. In particolare, il limite di quattro posti a tavola.

Confini regionali

Non sembrano all’orizzonte cambiamenti sulla disciplina degli spostamenti regionali. Ciò significa che, anche a partire dal 3 dicembre, non dovrebbe essere possibile uscire dalle regioni in fascia rossa o arancione.

Negozi e centri commerciali

Se i dati lo consentiranno, i negozi e i centri commerciali potranno restare aperti fino alle ore 22, nonché nei weekend e nei giorni festivi. Questo consentirebbe una ripresa della attività economiche in vista dello shopping natalizio.

Feste e cene

Resterà il divieto di organizzare feste, sia in abitazioni private che in luoghi pubblici. Raccomandazioni (ma non obbligo) di ricevere in casa solo parenti stretti, e in numero limitato.

Leggi anche: 1. Crisanti a TPI: “A mettere in dubbio il vaccino è il Ceo di Pfizer che vende le sue azioni, non io”; // 2. Esclusivo TPI. La notte dei tamponi che imbarazza la sanità campana: in quella RSA test ogni due minuti senza cambiare guanti fatti dal medico indagato; // 3. Esclusivo TPI. Tutti chiusi in casa, ma non l’ordine dei medici di Roma. La denuncia: “Ci sono le elezioni e il presidente vuole far votare 43mila colleghi in presenza”

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

CORONAVIRUS ULTIME NOTIZIE: TUTTI I NUMERI

593
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.