Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 16:31
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

La preoccupazione di Mattarella per un governo fragile: il Capo dello Stato vuole rassicurazioni da Conte

Immagine di copertina

Crisi di governo: Mattarella attende le valutazioni di Conte

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, attende la valutazioni di Conte sulla crisi di governo e il conseguente doppio voto parlamentare che si è consumato negli ultimi due giorni, prima di poter fare le sue mosse.

Mosse che, a onor del vero, sono assai limitate. Secondo la Costituzione, infatti, il premier potrebbe addirittura non presentarsi al Quirinale dal momento che il governo ha ottenuto la fiducia sia alla Camera che al Senato ed è quindi legittimato ad andare avanti senza ulteriori passaggi.

Ovviamente questo non avverrà e il premier salirà al Colle forse già nella mattinata di mercoledì 20 gennaio per informare il Capo dello Stato su come intende andare avanti.

Perché se è vero che il governo ha ottenuto la fiducia, è anche vero che al Senato senza i voti di Italia Viva i numeri sono traballanti e rischiano di bloccare l’azione dell’esecutivo.

Al presidente della Repubblica, comunque, spetta, come ricorda anche il Corriere della Sera, di “esser consultato, di incoraggiare e di mettere in guardia”.

Ed è proprio sui pericoli di una maggioranza raccogliticcia che il Capo dello Stato metterà in guardia il presidente del Consiglio ricordandogli anche l’urgenza di alcune misure non rinviabili, a partire dagli annunci fatti dallo stesso Conte in Parlamento.

Dalla chiusura del Recovery Plan ai ristori sino alla campagna vaccinale che rischia di incepparsi a causa dei ritardi della Pfizer.

Il Capo dello Stato, dunque, vorrà rassicurazioni sul fatto che i “responsabili”, “costruttori” o “volenterosi” che dir si voglia, possano confluire in un unico gruppo, che magari verrà allargato nei prossimi giorni, e che questi quindi non rappresentino solamente qualche senatore sparso qua e là a cui il governo si deve aggrappare in ogni votazione.

Anche perché, allo stato attuale delle cose, nelle Commissioni il governo rischia il Vietnam. Il Capo dello Stato, quindi, vorrà rassicurazioni sul futuro e chiarimenti sulla strada da seguire, cercando anche di capire se il rimpasto annunciato in Parlamento passerà da un Conte ter (e quindi dalle dimissioni lampo del premier).

E su questo tasto Mattarella avrà sicuramente voce in capitolo dal momento che i ministri vengono nominati dal presidente della Repubblica su proposta del premier.

Leggi anche: 1. Il fallimento di Renzi: voleva silurare Conte, e invece si ritrova all’opposizione con Salvini e Meloni  / 2. Rimpasto e nuovi ministeri: il piano di Conte per allargare la maggioranza / 3. Conte ha ottenuto la fiducia con la maggioranza relativa in Senato: cosa succede adesso al governo

Ti potrebbe interessare
Politica / Processo Ruby ter: il pm di Milano chiede di condannare a 6 anni Silvio Berlusconi
Economia / Soros scrive a Draghi: “Tasse sul gas russo per punire Putin”
Politica / “Chi fa politica mette in conto la prigione”: le lettere dal carcere del giovane Berlinguer
Ti potrebbe interessare
Politica / Processo Ruby ter: il pm di Milano chiede di condannare a 6 anni Silvio Berlusconi
Economia / Soros scrive a Draghi: “Tasse sul gas russo per punire Putin”
Politica / “Chi fa politica mette in conto la prigione”: le lettere dal carcere del giovane Berlinguer
Politica / Il discorso del 1969 che consacrò la leadership di Enrico Berlinguer
Politica / Dalla strada sbarrata per il Quirinale all’irrilevanza sulla crisi Ucraina: Draghi ha perso il whatever it takes
Politica / Copisteria Montecitorio: salasso a sei zeri in atti parlamentari
Politica / Scontro tra Salvini e Gelmini sulle critiche a Berlusconi
Cronaca / Giorgio Napolitano operato a Roma
Politica / Berlusconi: “L’Europa convinca Kiev ad accettare le richieste di Putin”
Politica / Pnrr, l’agenda degli incontri di Cingolani con i lobbisti scompare dal sito: “Serve più trasparenza”