Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 18:54
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Appello ai “responsabili” e nessun processo a Renzi: cosa dirà Conte al Parlamento

Immagine di copertina

Crisi di governo: le anticipazioni sul discorso di Conte al Parlamento

La crisi di governo arriva in Parlamento dove nelle giornate di lunedì 18 e martedì 19 gennaio è in programma il voto di fiducia che determinerà se l’esecutivo è in grado di andare avanti o meno: un voto che verrà anticipato dal discorso del premier Conte, il quale lancerà un appello ai cosiddetti “responsabili”, o “costruttori” che dir si voglia, a sostenere il suo governo.

Secondo le anticipazioni fornite dal Corriere della Sera, infatti, quello del premier non sarà un discorso d’accusa nei confronti di Matteo Renzi. Nessuna replica, dunque, dello scontro Conte-Salvini in Senato che determinò la fine del governo gialloverde.

Conte intende rivolgersi direttamente ai parlamentari, conscio del fatto che, soprattutto a Palazzo Madama, ogni voto guadagnato potrà essere decisivo per la sopravvivenza del suo esecutivo.

Il presidente del Consiglio, dunque, nel suo discorso ammetterà anche di aver fatto alcuni errori, ma non tali da giustificare una crisi al buio e la caduta del governo in un momento così delicato per l’Italia, stretta tra la terza ondata di Covid e un’economia che stenta a ripartire.

Certo, qualche sassolino dalla scarpa nei confronti di Matteo Renzi Conte se lo toglierà sicuramente, ma eviterà di trasformare il voto di fiducia in una sfida personale con il leader di Italia Viva.

Anche perché contano i voti, ed è proprio ai deputati e ai senatori di Italia Viva che il premier rivolgerà il proprio sguardo e le proprie parole.

Se il premier inviterà l’ex segretario del Pd ad assumersi le proprie responsabilità per aver provocato una crisi di governo in un momento così drammatico per il Paese, ai parlamentari di Italia Viva il presidente del Consiglio dirà una cosa molto semplice: non gettiamo alle ortiche quanto fatto finora e lavoriamo insieme per l’Italia del futuro.

Il discorso di Conte sarà rivolto a tutti, tranne che ai sovranisti di Salvini e Meloni. Dai renziani pentiti ai 5 Stelle cacciati o usciti da Movimenti fino ai liberali di Berlusconi: a loro il premier offrirà un patto di legislatura, fondato principalmente sulla ricostruzione dell’Italia attraverso i soldi in arrivo del Recovery.

Anche perché quello di Conte non sarà il migliore dei governi possibili, ma non è neanche detto che un governo tecnico farebbe meglio di questo esecutivo: sarà proprio questo uno dei punti cardine del discorso con cui Conte si gioca il suo futuro politico.

Leggi anche: 1. Di Battista a TPI: “De-Renzizzare il governo val bene una messa. Ora il M5S è coeso, ripartiamo con Conte”/2. Le ombrelline di Renzi: lui parla mentre le “sue” ministre dimissionarie tacciono (di Selvaggia Lucarelli) / 3. Il governo è diventato un’alleanza politica, e Italia Viva non ne fa parte: ecco perché la crisi avrebbe senso (di S. Mentana)

Ti potrebbe interessare
Politica / Soldi guadagnerà più di Foa. E intanto Fuortes parla coi leader dei partiti
Politica / Berlusconi sogna il Quirinale, Meloni teme la congiura: cosa c’è dietro il summit Silvio-Giorgia in Sardegna
Cultura / Quando Pennacchi mi disse: "Io non sono di destra, sono i fascisti che stavano a sinistra" (di C. Sabelli Fioretti)
Ti potrebbe interessare
Politica / Soldi guadagnerà più di Foa. E intanto Fuortes parla coi leader dei partiti
Politica / Berlusconi sogna il Quirinale, Meloni teme la congiura: cosa c’è dietro il summit Silvio-Giorgia in Sardegna
Cultura / Quando Pennacchi mi disse: "Io non sono di destra, sono i fascisti che stavano a sinistra" (di C. Sabelli Fioretti)
Politica / Salvini ha presentato quasi mille emendamenti per fermare il Green Pass
Politica / Draghi non ha cancellato alcun segreto di Stato: ecco perché non vedremo mai i documenti scottanti NATO su Gladio e P2
Politica / La sindrome di Draghi nella Lega: Giorgetti è il leader parallelo che segue Mario
Politica / La Camera approva la riforma del processo penale: 396 sì
Politica / Nasce "Italia Domani", il sito per monitorare opere e costi del Pnrr
Politica / Viminale: elezioni amministrative il 3 e 4 ottobre
Politica / Dal fratello di Maradona al compagno della Carrà: quei vip candidati alle elezioni comunali