Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 04:02
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Crisanti: “Salvini? Se avessimo dato retta a lui i morti per Covid sarebbero stati 300mila”

Immagine di copertina

Crisanti: “Con Salvini i morti per Covid sarebbero stati 300mila”

Nuovo botta e risposta tra il virologo Andrea Crisanti, candidato alle elezioni politiche con il Pd, e il leader della Lega Matteo Salvini: questa volta è il microbiologo ad aver attaccato l’ex ministro dell’Interno affermando che se l’Italia avesse seguito le indicazioni del segretario del Carroccio sul Covid vi sarebbero stati 300mila morti.

Ospite di 24 mattino estate, in onda su Radio 24, il professore ordinario di Microbiologia all’Università di Padova ha dichiarato: “Penso che gli italiani si debbano preoccupare di Salvini, perché se avessimo dato retta a lui invece di 140mila morti probabilmente ne avremmo due-trecentomila sulla base delle cose che ha detto. Inoltre, oggi staremmo dalla parte di Putin, con grande imbarazzo di tutti i nostri alleati. Penso che gli italiani dovrebbero riflettere su questo, perché gli errori che ha commesso sono una garanzia degli errori che farà”.

Nella giornata di martedì 16 agosto, invece, il leader della Lega aveva commentato sui social la candidatura di Crisanti con il Pd scrivendo: “Il tele-virologo Crisanti candidato col PD. Credo che ora si capiscano tante cose”.

Crisanti, però, non ha replicato solamente a Salvini: il virologo, infatti, ha risposto anche a Matteo Renzi che aveva affermato: “Crisanti, uno dei virologi più famosi, prima voleva tenerci chiusi a Natale, poi ad aprile voleva chiuderci in casa per salvare l’estate e poi in estate voleva chiuderci di nuovo perché altrimenti c’erano troppi morti. Ho paura che ci prendiamo una quarantena di due mesi al primo raffreddore, e non ne usciamo”.

“Anche Renzi, con una battuta, banalizza demagogicamente il fatto che lui durante la pandemia le ha sbagliate tutte. Non c’è altro da rispondere” ha dichiarato il microbiologo, secondo cui “la banalità di questa dichiarazione sottolinea, qualora ce ne fosse bisogno, la necessità di persone che ci capiscono qualcosa. Renzi farebbe bene a riflettere su tante cose che ha sbagliato e che ha distrutto”.

Ti potrebbe interessare
Opinioni / Il voto in Sardegna non è solo una questione locale
Politica / L’Antifrode Ue ora indaga sulle cooperative della moglie e della suocera di Soumahoro
Politica / Due lauree, quattro lingue, il padre malato, il passato da manager: chi è Alessandra Todde, prima donna alla guida della Sardegna
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Il voto in Sardegna non è solo una questione locale
Politica / L’Antifrode Ue ora indaga sulle cooperative della moglie e della suocera di Soumahoro
Politica / Due lauree, quattro lingue, il padre malato, il passato da manager: chi è Alessandra Todde, prima donna alla guida della Sardegna
Politica / Piantedosi: “Condivido richiamo Mattarella, anche sugli insulti. Scontri casi isolati”
Politica / Malumore in Forza Italia per le continue assenze di Marta Fascina
Politica / Sardegna, vince il centrosinistra. La neo-presidente Todde: "Alleanza M5S-Pd unica via". Meloni: "Impareremo dalla sconfitta". Salvini: "Il Governo è saldo"
Politica / Europee, Salvini continua a "corteggiare" Roberto Vannacci
Politica / Elezioni regionali in Sardegna, affluenza in aumento: 44,1% alle 19
Politica / Il richiamo del Colle contro i manganelli ai cortei pro-Palestina, la destra non ci sta: “È colpa della Sinistra e dei provocatori”
Politica / Mattarella sulle cariche ai cortei pro-Palestina: "Con i ragazzi i manganelli esprimono un fallimento"