Covid ultime 24h
casi +17.012
deceduti +141
tamponi +124.686
terapie intensive +76

Coronavirus, bagarre al Senato tra La Russa e Presutto: “Lo sai che quella mascherina non va bene? Sei un untore”

Nonostante l'emergenza Covid-19, a Palazzo Madama è andato in scena uno scontro verbale tra i due senatori

Di Niccolò Di Francesco
Pubblicato il 9 Apr. 2020 alle 15:38 Aggiornato il 9 Apr. 2020 alle 15:52
104

Coronavirus, scontro tra La Russa e Presutto al Senato: “Sei un untore” | VIDEO

Nonostante l’emergenza Coronavirus non si arrestano le bagarre politiche: al Senato, infatti, è andato in scena uno scontro tra il senatore di Fratelli d’Italia Ignazio La Russa e il suo collega del M5S Vincenzo Presutto. Tutto è iniziato quando La Russa ha preso la parola nell’ambito della discussione parlamentare sul decreto Cura Italia, avanzando alcune critiche nei confronti del premier Giuseppe Conte e della maggioranza che lo sostiene. Dai banchi del Movimento 5 Stelle si è alzato qualche mugugno nei confronti dell’ex ministro della Difesa nel governo Berlusconi. Nonostante qualche scaramuccia verbale, La Russa è andato avanti fino a quando non è stato interrotto dalla presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, che ha invitato il senatore Presutto a “non riprendere in aula”.

A quel punto, La Russa è partito all’attacco nei confronti del collega, accusandolo di essere un untore. “Ah, che bello che sei…sei bello con quella mascherina – ha esclamato il senatore di Fratelli d’Italia – Lo sai o non lo sai che quella mascherina non protegge?! Perché quella mascherina sputa fuori una tua eventuale malattia. Quella non va bene: quello è un untore, un untore, un untore!”.

Leggi anche: 1. Le 24 ore che possono cambiare per sempre la storia dell’Europa (di L. Telese) /2.“Chiudere solo Codogno non è stato sufficiente, eravamo tutti concentrati su quello, ma i buoi erano già scappati dal recinto”: parla Rezza (ISS)

TUTTE LE ULTIME NOTIZIE SUL CORONAVIRUS IN ITALIA E NEL MONDO

104
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.