Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Conte parla dopo l’incontro con Mattarella: “Il Governo non può prendere un voto qua e uno là”

Immagine di copertina

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è salito al Quirinale dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella per un incontro interlocutorio, durante il quale gli ha riferito sulle decisioni del Consiglio dei ministri di ieri e sullo stato dei rapporti della coalizione.

Il capo dello Stato, durante il colloquio, ha sottolineato la necessità di uscire velocemente da questa condizione di incertezza, a fronte dell’allarmante situazione causata dalla pandemia (qui tutte le ultime notizie sulla crisi di governo)

“Il governo deve avere una solida maggioranza, occorre solidità. Non può prendere un voto qua e là”, ha dichiarato Conte dopo l’incontro con Mattarella ai cronisti radunati intorno a Palazzo Chigi. “Italia Viva sa che ogni volta che ha posto problemi in modo costruttivo troveranno sempre in me massima disponibilità”.

“Il governo può andare avanti solo con il sostegno della coalizione di maggioranza, di tutte le forze di maggioranza, di ciascuna forza di maggioranza”, ha aggiunto Conte. “Io quello che posso auspicare è che tutti quanti si possa lavorare in modo costruttivo, perché sicuramente una crisi non sarebbe compresa dal Paese”.

Riguardo al possibile ritiro delle ministre Iv, che potrebbe essere annunciato da Matteo Renzi nella giornata di oggi, Conte ha detto: “Mi auguro non si arrivi a quello, anche perché si sta lavorando a definire una proposta di patto di legislatura”. Conte ha assicurato: “Fino all’ultima ora io sono disponibile e lavorerò per la coesione”.

“Sono convinto che tutti si possa ritrovare il senso di una maggiore coesione della maggioranza”, ha aggiunto. “Confido che tutti ci si possa ritrovare attorno a un tavolo, se c’è la volontà e la disponibilità a confrontarsi in modo leale e costruttivo”.

Leggi anche: Ieri Scilipoti, oggi Mastella: la lunga storia dei “responsabili” (di S. Mentana)

Ti potrebbe interessare
Politica / Rissa in diretta tv tra Donno e Iezzi: “Vergognati, fascista a squadrista!” | VIDEO
Politica / Al G7 si litiga sul diritto all’aborto: “L’Italia non lo vuole nel comunicato finale”
Opinioni / La lezione che possiamo trarre dal voto delle europee
Ti potrebbe interessare
Politica / Rissa in diretta tv tra Donno e Iezzi: “Vergognati, fascista a squadrista!” | VIDEO
Politica / Al G7 si litiga sul diritto all’aborto: “L’Italia non lo vuole nel comunicato finale”
Opinioni / La lezione che possiamo trarre dal voto delle europee
Politica / Cosa sappiamo dell'aggressione alla Camera al deputato Donno (M5S)
Politica / Premierato, il Senato approva l’elezione diretta del presidente del Consiglio
Politica / Dal boom di Meloni e Decaro al flop 5 stelle: vincitori e vinti del voto di preferenza
Politica / Messaggi antisemiti, si dimette il portavoce del ministro Lollobrigida
Politica / Meloni vs Schlein: l’Italia è tornata nel bipolarismo?
Opinioni / Meloni vince in un’Italia pietrificata in sé stessa
Esteri / L’estrema destra avanza in Germania e Francia, ma la coalizione “Ursula” regge. Macron convoca nuove elezioni