Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Conte parla dopo l’incontro con Mattarella: “Il Governo non può prendere un voto qua e uno là”

Immagine di copertina

Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte è salito al Quirinale dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella per un incontro interlocutorio, durante il quale gli ha riferito sulle decisioni del Consiglio dei ministri di ieri e sullo stato dei rapporti della coalizione.

Il capo dello Stato, durante il colloquio, ha sottolineato la necessità di uscire velocemente da questa condizione di incertezza, a fronte dell’allarmante situazione causata dalla pandemia (qui tutte le ultime notizie sulla crisi di governo)

“Il governo deve avere una solida maggioranza, occorre solidità. Non può prendere un voto qua e là”, ha dichiarato Conte dopo l’incontro con Mattarella ai cronisti radunati intorno a Palazzo Chigi. “Italia Viva sa che ogni volta che ha posto problemi in modo costruttivo troveranno sempre in me massima disponibilità”.

“Il governo può andare avanti solo con il sostegno della coalizione di maggioranza, di tutte le forze di maggioranza, di ciascuna forza di maggioranza”, ha aggiunto Conte. “Io quello che posso auspicare è che tutti quanti si possa lavorare in modo costruttivo, perché sicuramente una crisi non sarebbe compresa dal Paese”.

Riguardo al possibile ritiro delle ministre Iv, che potrebbe essere annunciato da Matteo Renzi nella giornata di oggi, Conte ha detto: “Mi auguro non si arrivi a quello, anche perché si sta lavorando a definire una proposta di patto di legislatura”. Conte ha assicurato: “Fino all’ultima ora io sono disponibile e lavorerò per la coesione”.

“Sono convinto che tutti si possa ritrovare il senso di una maggiore coesione della maggioranza”, ha aggiunto. “Confido che tutti ci si possa ritrovare attorno a un tavolo, se c’è la volontà e la disponibilità a confrontarsi in modo leale e costruttivo”.

Leggi anche: Ieri Scilipoti, oggi Mastella: la lunga storia dei “responsabili” (di S. Mentana)

Ti potrebbe interessare
Politica / Scontro tra Salvini e Gelmini sulle critiche a Berlusconi
Cronaca / Giorgio Napolitano operato a Roma
Politica / Berlusconi: “L’Europa convinca Kiev ad accettare le richieste di Putin”
Ti potrebbe interessare
Politica / Scontro tra Salvini e Gelmini sulle critiche a Berlusconi
Cronaca / Giorgio Napolitano operato a Roma
Politica / Berlusconi: “L’Europa convinca Kiev ad accettare le richieste di Putin”
Politica / Pnrr, l’agenda degli incontri di Cingolani con i lobbisti scompare dal sito: “Serve più trasparenza”
Politica / “I partiti non fanno più politica”: la storica intervista di Berlinguer a Scalfari sulla Questione Morale
Politica / “Vestito inappropriato”: cronista allontanata da Montecitorio. Poi le scuse: “È stato un errore”
Politica / Segreti di Stato: il buco nero della direttiva Draghi sui dossier Nato
Politica / D’Alema a TPI: “Nel pensiero di Berlinguer la sinistra può trovare le risposte ai problemi di oggi”
Politica / Facciamo eleggere: la campagna per le amministrative del Forum Disuguaglianze e Diversità. “Sosteniamo chi si batte per giustizia sociale e ambientale”
Politica / Draghi convoca il Cdm d’urgenza e lancia l’ultimatum ai partiti: o votate le riforme o niente Pnrr