Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:36
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Comunali Roma, Fdi aspetta le mosse di Zingaretti: il vero obiettivo della Meloni è la Regione Lazio

Immagine di copertina

Che cosa sta succedendo veramente nel centrodestra di lotta (Giorgia Meloni) e di governo (Matteo Salvini e Silvio Berlusconi)? Apparentemente le cose non sembrano andar male, i sondaggi sono lusinghieri un po’ per tutti, sia per chi sostiene sia per chi avversa il governo Draghi.

In realtà però quando si tratta di andare alla sostanza dei problemi le distanze rimangono enormi e le differenze di vedute anche. Ad esempio, non c’è uno straccio di nome condiviso per Roma capitale, una città che in altri tempi e vista la debolezza dei competitor, il centro-destra avrebbe fatto sua senza troppe difficoltà.

Ma ad oggi non c’è un nome condiviso anche se c’è chi, come Giorgia Meloni, ha cominciato a dichiarare che sulle candidature alle prossime elezioni comunali “non ci sono preclusioni su nessuno. Credo che sarebbe giusto vedersi, mettere tutte le proposte sul tavolo e chiudere questa partita per avviare la campa elettorale”.

Insomma, Giorgia Meloni con assoluto buon senso è pronta “a valutare tutte le proposte sul tavolo”. Parole che suonano come un possibile via libera perfino per quel Guido Bertolaso finora osteggiato e sostenuto solamente da Lega e Forza Italia.

In realtà, la vera domanda che il centro-destra si pone è la seguente: che senso ha indicare adesso una candidatura se il centro-sinistra lo farà con le primarie il 20 giugno? Perché scoprire le carte ora? E se poi alla fine decidesse di scendere in campo Nicola Zingaretti per la capitale portando di conseguenza al voto anche la Regione Lazio? Perché è via Cristoforo Colombo il vero punto di caduta delle ambizioni di Fratelli d’Italia.

A quel punto la leader sarebbe pronta a dare luce verde a Salvini e Berlusconi sulla candidatura per la città di Roma a patto però di avere un “diritto di prelazione” sulla scelta del candidato governatore della Regione Lazio. In particolare la leader Fdi punterebbe tutte le sue carte sull’attuale capogruppo di Fratelli d’Italia a Montecitorio, Francesco Lollobrigida.

Leggi anche: Zingaretti candidato sindaco a Roma? Possibile solo se Raggi si ritira dalla corsa

Ti potrebbe interessare
Opinioni / Gli autogrill, monumenti al boom economico che ancora affascinano gli italiani
Opinioni / Caro Di Maio, la strategia del silenzio sul caso Zaki è solo l'ennesimo regalo all'Egitto (di R. Bocca)
Opinioni / Si lavora alla nomina dei vertici Rai. E intanto fioccano le indiscrezioni sui palinsesti tra novità e conferme
Ti potrebbe interessare
Opinioni / Gli autogrill, monumenti al boom economico che ancora affascinano gli italiani
Opinioni / Caro Di Maio, la strategia del silenzio sul caso Zaki è solo l'ennesimo regalo all'Egitto (di R. Bocca)
Opinioni / Si lavora alla nomina dei vertici Rai. E intanto fioccano le indiscrezioni sui palinsesti tra novità e conferme
Opinioni / L'ipocrisia della politica italiana, che appoggia a prescindere Israele (di G. Cavalli)
Opinioni / Caos Rai: la Vigilanza chiederà a Viale Mazzini di bloccare l'approvazione dei palinsesti
Opinioni / Gli haters di Mattarella indagati e l'odio social finalmente perseguito (di G. Cavalli)
Opinioni / Il video complottista del debunker che difende Renzi dall’inchiesta di Report
Opinioni / Crisi di governo, battaglia sugli sbarchi e mojito: la prevedibile estate di Salvini per inseguire la Meloni (di G. Cavalli)
Cronaca / Il Cavalier Condorelli, il Cavalier Berlusconi e l'omertà istituzionale (di A. Di Battista)
Opinioni / La cancel culture esiste ed è un problema, Biancaneve o meno