Covid ultime 24h
casi +24.099
deceduti +814
tamponi +212.714
terapie intensive -30

Nasce Azione, Carlo Calenda a TPI: “Vogliamo dare una casa all’Italia seria che studia, investe e lavora” | VIDEO

L'eurodeputato commenta a TPI la nascita del suo nuovo movimento, Azione, presentato oggi a Roma insieme a Matteo Richetti

Di Marta Vigneri
Pubblicato il 21 Nov. 2019 alle 14:06 Aggiornato il 21 Nov. 2019 alle 18:23
784

Azione, Carlo Calenda a TPI

“Siamo nati per dare una casa all’Italia seria, che lavora produce e studia. Nessuna maledizione ci condanna a scegliere il male minore”. Lo ha detto Carlo Calenda a TPI a margine dell’evento di lancio di “Azione”, il nuovo movimento presentato insieme a Matteo Richetti giovedì 21 novembre a Roma.

Un logo blu scuro che ricorda un partito futurista e un manifesto in pochi punti, un partito che non è “né di destra né di sinistra”, ma che unisce elementi liberali a una grande attenzione al sociale.

Questo logo sembra quello di un partito futurista, o di destra, e qualcuno ha detto che sembra la marca di un dentifricio, che ne pensa?

Non credo, perché è il blu della bandiera europea, e non credo che la bandiera europea sia di destra. Azione è un partito “d’azione”, che certamente non è un partito di destra, è l’azionismo di Sturzo, che era un partito liberale con grande attenzione al sociale. Non credo che un logo possa essere di destra, le idee possono essere di destra. E credo che il manifesto che abbiamo pubblicato oggi chiarisca molto bene quali sono: Stato forte ma dentro i suoi confini, sicurezza, sanità, e scuola dove investire più soldi. Iniziativa privata perché i soldi non vanno sprecati nella nazionalizzazione di qualunque cosa.

Avete detto di nascere in contrapposizione all’alleanza governativa Pd-M5S, per combattere populismi e sovranismi. Non vi sentite un po’ soli nella strada da percorrere in futuro?

Si, molto soli. E non lo saremmo se in Italia ci fosse un’offerta diversa. Ma oggi in Italia ce la fa solo chi si allea con i populisti o con i sovranisti, per cui siamo nella situazione in cui o scegliamo Salvini, o Di Maio. E se scegliamo il Pd, il Pd sceglie di Maio, che è la stessa cosa. Ed è proprio questo che bisogna rompere, nessuna maledizione ci condanna a scegliere il male minore. L’Italia seria che lavora produce e studia deve avere una cosa, altrimenti è un grosso problema.

Pensa che Azione possa dare rappresentanza alle migliaia di persone stufe di questa politica e della cultura di odio diffusa dai sovranismi?

Si, non solo. Nasciamo anche in contrapposizione al fatto che la politica debba essere per forza il “tifo contro”. Le persone votano perché l’altro gli fa paura. Io spero di riuscire a costruire un movimento di cui la gente possa essere fiera, che possa votare in modo convinto. Un voto per un partito che sanno possa dare risposte ai problemi.

Leggi anche:

Nasce Azione, Richetti a TPI: “Combatteremo i sovranismi ricostruendo il campo dei liberali” | VIDEO

Richetti a TPI: “Con Calenda faremo in politica quello che le sardine fanno nelle piazze” | VIDEO

“Il PD con questa alleanza perde la dignità, ecco perché me ne sono andato”: Carlo Calenda a TPI

Matteo Salvini a TPI: “Le sardine? Pronto ad ascoltarle. Non vedo l’ora di vincere in Emilia Romagna”

784
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.