Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:42
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

Brunetta: “Vorrei il vaccino obbligatorio per i dipendenti pubblici”

Immagine di copertina
Renato Brunetta, ministro della Pubblica Amministrazione. Credit: ANSA

L’ipotesi per ora non è concretamente sul tavolo, ma Renato Brunetta, ministro della Pubblica Amministrazione, vorrebbe introdurre l’obbligo di vaccino anti-Covid per i dipendenti pubblici. “Forza Italia (il suo partito, ndr) è per l’obbligo vaccinale per gli insegnanti, ad esempio, che io estenderei per legge ad altri: a chi fa front office nella Pubblica Amministrazione e a chi lavora nei servizi pubblici”, osserva il ministro in una intervista a La Repubblica di oggi, domenica 25 luglio 2021.

“Dobbiamo stroncare le varianti con i vaccini”, sottolinea Brunetta. “Con Figliuolo abbiamo raddoppiato le dosi giornaliere, ad agosto serve un’ulteriore accelerazione. Bisogna passare al ‘night and day’, portare i punti vaccinali nelle località turistiche, e nelle città andare pure nei centri commerciali frequentati dagli anziani”.

Il ministro fa i conti: “Occorre immunizzare entro settembre altri 12-15 milioni di italiani, perché dall’autunno l’Italia possa esprimere il pieno potenziale di crescita: niente più Dad nelle scuole e impiegati in presenza negli uffici. Per questo scopo nessuna pausa adesso. E nessuna vacanza per i politici, il Governo e il Parlamento”.

Brunetta parla anche delle resistenze dell’alleato Matteo Salvini, leader della Lega, sul Green Pass obbligatorio: “Ritengo Salvini una persona capace e intelligente, ma preferisco quello che mi manda i messaggini con le foto dei banchetti dei referendum a quello che parla di vaccini”.

“Il libero dibattito su questi argomenti si deve fare nei luoghi della scienza, non sui social o nei talk show, e ogni affermazione deve essere verificabile”, prosegue il ministro. “È la teoria popperiana. Dici che non è utile vaccinare chi ha meno di 40 anni? Porta la letteratura a sostegno, se ne sei capace. Sennò è il caos, che peraltro ha un enorme impatto sulla società e sull’economia. Servono autocontrollo e regole da parte di chi ha responsabilità scientifiche e politiche”.

LEGGI ANCHE: La Lega vuole riaprire le discoteche: “C’è razzismo verso i giovani”

Ti potrebbe interessare
Politica / Mattarella sulla rissa in Parlamento: "Scena indecorosa"
Politica / Grillo su Conte: "Ha preso più voti Berlusconi da morto che lui da vivo"
Politica / Primo partito a Isernia, in calo in tutto il nord. Il ritratto di una Lega che ha cambiato volto
Ti potrebbe interessare
Politica / Mattarella sulla rissa in Parlamento: "Scena indecorosa"
Politica / Grillo su Conte: "Ha preso più voti Berlusconi da morto che lui da vivo"
Politica / Primo partito a Isernia, in calo in tutto il nord. Il ritratto di una Lega che ha cambiato volto
Politica / X Mas, motti fascisti, provocazioni: chi sono i deputati che hanno aggredito il 5S Donno
Politica / Gelo tra Meloni e Macron: baciamano e sorrisi forzati al G7
Politica / Rissa in diretta tv tra Donno e Iezzi: “Vergognati, fascista a squadrista!” | VIDEO
Politica / Al G7 si litiga sul diritto all’aborto: “L’Italia non lo vuole nel comunicato finale”
Opinioni / La lezione che possiamo trarre dal voto delle europee
Politica / Cosa sappiamo dell'aggressione alla Camera al deputato Donno (M5S)
Politica / Premierato, il Senato approva l’elezione diretta del presidente del Consiglio