Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 21:14
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Politica

Quirinale, Berlusconi: “Se Draghi al Colle. Fi esce da maggioranza”. Letta: “Parole gravi, smentirà”

Immagine di copertina

“Non credo che quelle parole siano state pronunciate. Penso che Berlusconi le smentirà. Se fossero state dette veramente sarebbero molto gravi. La tempistica è sbagliata, profondamente”, a dirlo è il segretario del Partito Democratico, Enrico Letta, a Metropolis Live riferendosi alle indiscrezioni che riguardano Silvio Berlusconi. Il leader di Forza Italia avrebbe annunciato “Se Draghi sale al Quirinale, si va al voto. Fi uscirebbe dalla maggioranza”.
Letta ha poi detto che “questo non è il momento del muro contro muro” e ha aggiunto che chi lo scatena in questo momento “si assume una grandissima responsabilità nei confronti degli italiani”. Perché “questo è il momento dell’unità e della condivisione” che “stiamo sperimentando giorno per giorno con fatica, ma anche con esiti positivi”. Il segretario dem è convinto che Berlusconi smentirà quelle parole.

Ha aggiunto poi che alla riunione dei gruppi congiunti e della direzione nazionale del Pd proporrà di lavorare per trovare un’intesa su “un profilo istituzionale condivisibile dalla larga grande maggioranza dei grandi elettori. E quindi non un nome diviso”. Proprio perché non è il momento del muro contro muro, ma quello “della ricerca della condivisione”, ha detto Letta. Aggiungendo che Berlusconi, Salvini, Conte, lui stesso, così come ogni capo partito “è divisivo per definizione”. Crede che “il presidente della Repubblica debba essere, come è sempre stato, una figura istituzionale che non sia l’espressione di un capo partito”.

Ti potrebbe interessare
Politica / RETROSCENA TPI – Renzi pronto a far eleggere Casellati in cambio della Presidenza del Senato
Politica / Elezione presidente della Repubblica: chi è Renzo Tondo
Politica / Elezione presidente della Repubblica: chi è Roberto Cassinelli
Ti potrebbe interessare
Politica / RETROSCENA TPI – Renzi pronto a far eleggere Casellati in cambio della Presidenza del Senato
Politica / Elezione presidente della Repubblica: chi è Renzo Tondo
Politica / Elezione presidente della Repubblica: chi è Roberto Cassinelli
Politica / Elezione presidente della Repubblica: il centrodestra propone i nomi di Pera, Moratti e Nordio
Politica / Quirinale, Letta preoccupato per le trattative: “Rischiamo di perdere Draghi anche a Palazzo Chigi”
Politica / Chi è Paolo Maddalena, l’ex giudice che ha ottenuto più voti alla prima tornata per il Quirinale
Politica / Quirinale, nuova fumata nera con 527 schede bianche, 39 voti a Maddalena e Mattarella. Il centrodestra propone Pera, Moratti e Nordio, no del centrosinistra. Letta: "Chiudiamoci in una stanza e troviamo una soluzione"
Politica / Quirinale, Liliana Segre: “No scheda bianca, oggi voterò un nome. Per me sacrificio essere qui”
Politica / Chi è Carlo Nordio, il candidato proposto dal centrodestra come presidente della Repubblica
Politica / Le trattative prima del voto, dialogo tra Letta e Salvini: oggi nuovi incontri