Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 14:21
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Politica

A che ora Conte va al Quirinale da Mattarella: l’incontro è iniziato alle 14,45

Immagine di copertina

Il presidente del Consiglio incaricato deve incontrare il presidente della Repubblica per consegnare la lista dei ministri

Quando va Conte al Quirinale da Mattarella

Quando va Conte al Quirinale? Il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte ha lasciato Palazzo Chigi attorno alle 14.30 per recarsi al Quirinale. L’incontro è iniziato alle 14,45.

Dopo gli ultimi ritocchi alla lista dei ministri, e le ultime trattative tra Pd e M5s sul programma, il presidente del Consiglio incaricato Giuseppe Conte torna al Colle con la lista dei ministri da presentare al Capo dello Stato.

A differenza delle Consultazioni, che hanno un calendario ben preciso dettato dalla Presidenza della Repubblica, in questo caso sarà Giuseppe Conte ad avvisare il Colle quando sarà pronto. E in pochi minuti si organizzerà l’incontro. Evidentemente, si attendeva la fine della riunione tra Conte e le delegazioni di Pd e M5s a Palazzo Chigi. Iniziato alle 9, il tavolo finale sul programma di governo si è concluso solo a mattina inoltrata, attorno a mezzogiorno.

Ma non è bastato. Un’altra riunione a Palazzo Chigi tra il premier incaricato Giuseppe Conte, la delegazione Pd, composta da Dario Franceschini e Andrea Orlando, e la delegazione M5S, formata da Stefano Patuanelli e Vincenzo Spadafora è stata convocata all’ora di pranzo. Il tavolo è chiamato a sciogliere gli ultimi nodi sulla squadra dei ministri.

L’intenzione di Conte, comunque, è ancora quella di risolvere tutto in giornata, oggi, mercoledì 4 settembre: anche se l’appuntamento ipotizzato in mattinata è slittato, nel pomeriggio potrebbe esserci a stretto giro di boa prima la presentazione della lista dei ministri al Capo dello Stato e, subito a seguire, il giuramento del nuovo governo a trazione Pd-M5s, il Conte-bis. Non è escluso, però, che il giuramento avvenga domani, giovedì 5 settembre. Questi ritardi fanno riflettere sulle difficoltà delle due forze politiche a mettersi d’accordo sulle “poltrone”.

Perché Conte non è ancora andato da Mattarella

Secondo fonti parlamentari, Conte non è ancora andato al Quirinale perché a fermare tutto è ancora aperta la partita per l’incarico delicato di sottosegretario alla presidenza del Consiglio. Visto che non ci saranno vicepremier, il premier incaricato Giuseppe Conte vorrebbe infatti un nome di sua stretta fiducia come quello del segretario generale della presidenza, Roberto Chieppa. Ma il M5s starebbe spingendo per assegnare l’incarico a un proprio esponente, come Vincenzo Spadafora o l’attuale ministro Riccardo Fraccaro.

Poi, Conte, nei prossimi giorni, dovrà andare a prendersi la fiducia del Parlamento. Per questo, infatti, fino all’una della scorsa notte, Conte è stato riunito con i vertici di Leu che dovrebbe essere “la terza gamba” di questo nuovo governo, garantendo i numeri in Senato. Parlamentari di Leu hanno partecipato anche alla riunione finale sul programma a Palazzo Chigi.

Su TPI seguiremo in diretta tutte le fasi dell’incontro tra Conte e Mattarella qui.

Conte va al Quirinale per sciogliere la riserva | Diretta live
Qui tutti gli aggiornamenti su tutte le ultime news che riguardano il nuovo governo Pd-M5s
Ti potrebbe interessare
Politica / La grande illusione delle privatizzazioni: un fallimento lungo 30 anni
Politica / Rimandato il faccia a faccia tra Conte e Draghi. Si vedranno il 6 luglio
Politica / Governo, Calenda: “Non sarà un altro Papeete. Conte fa solo sceneggiate”
Ti potrebbe interessare
Politica / La grande illusione delle privatizzazioni: un fallimento lungo 30 anni
Politica / Rimandato il faccia a faccia tra Conte e Draghi. Si vedranno il 6 luglio
Politica / Governo, Calenda: “Non sarà un altro Papeete. Conte fa solo sceneggiate”
Politica / Ius Scholae, Renata Polverini (FI) perentoria: “Voterò sì, è la mia battaglia. Da Meloni mi aspetto un colpo di scena”
Politica / Di Maio: “Qualcuno cerca il pretesto per far cadere il governo, ma se si va al voto il Paese va nel baratro”
Politica / Draghi-Conte, lunedì l’incontro. L’ex premier: “Valuteremo se restare”
Politica / Grillo pubblica un post contro i traditori: “Si sentono eroi ma non lo sono”. Di Maio: “Basta picconare il governo”
Ambiente / Papa Francesco: “La Natura ce la sta facendo pagare”
Politica / Oggi telefonata Draghi-Conte, lunedì il faccia a faccia a Palazzo Chigi
Politica / Deputata Fdi: "Ius scholae sostenuto dai partiti che regalano la droga per strada"