Belpietro e Sallusti contro Gino Strada: è scontro su migranti e caso Diciotti

Il botta e risposta tra il fondatore di Emergency, Gino Strada, Maurizio Belpietro e Alessandro Sallusti si è consumato in diretta a Dimartedì

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 30 Gen. 2019 alle 15:43 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 01:26
0
Immagine di copertina

Caso Diciotti? La cosa che mi lascia agghiacciato è che perfino la vita delle persone è considerata funzionale ai giochini della politica, ci si chiede cosa succede se si vota sì o no alla richiesta di autorizzazione a procedere o se incrinerà le preferenze elettorali. Ma chi cazzo se ne frega? A me interessa che vengano salvate le persone, cosa che non succede”.

Inizia così il botta e risposta tra il fondatore di Emergency, Gino Strada, Maurizio Belpietro e Alessandro Sallusti, tutti e tre ospiti a Dimartedì su La7. Argomento di discussione, l’intervento del vicepresidente del Consiglio, Matteo Salvini, sulla vicenda della nave Diciotti.

Leggi anche: Salvini e il caso Diciotti: 8 domande e risposte per fare chiarezza

“Io penso che il ministro dell’Interno abbia fatto un bel comizio elettorale di 40 minuti. Non so quanti altri abbiano fatto interventi televisivi di 40 minuti nella storia della Repubblica. Salvini ha detto un sacco di cose assurde e di falsità. Ma a me sinceramente quello che dice lui proprio non interessa. Questa politica, e non solo quella italiana e non solo da oggi, sta uccidendo persone”.

A quel punto prende la parola il direttore de La Verità, che chiede a Strada: “Volete aprire le porte di tutte le case italiane ai migranti, accogliendoli tutti?”.

“Questo fa molto audience e scatena gli applausi, perché il problema dei 5 milioni di poveri in Italia, e non sono neppure solo 5 milioni, per voi è dato dai migranti”, è la risposta del fondatore di Emergency. “E non sono le 26 persone che possiedono l’80 per cento delle ricchezze del pianeta. No. Sono quei poveri sfigati. Ma voi siete matti”.

“Si spendono 5 miliardi ogni anno per assistere i migranti”, ribatte Belpietro.

“Per gli italiani si sarebbero potuti usare i 95 miliardi spesi per comprare i nuovi F35 o tutti quei miliardi utilizzati per l’Afghanistan”, è la risposta di Strada.

A quel punto Sallusti attacca di nuovo, accusando Strada di aver detto che Salvini “uccide le persone”. Accuse che il medico nega: “Non ribalti quello che ho detto. Ho affermato che questa politica uccide persone, non Salvini. Così come ho detto che la politica di Minniti ha ucciso persone, non certo Minniti. Secondo voi, meno migranti partono e meno muoiono. Se non parte nessuno, quanti sono i morti? Zero. Ma chi è il cretino che pensa di fermare le emigrazioni?”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.