Me

Migrazione, il commento di Grillo: “Il governo impedisce lo spaccio di false speranze”

Grillo attacca la Francia, accusata di non resistere ai suoi istinti colonialisti

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 26 Gen. 2019 alle 11:45 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 01:27
Immagine di copertina

“Senza restare insensibili al dolore umano, la questione dell’immigrazione è epocale causata, innescata e diretta dalle menti più ciniche che si possano immaginare. Sia noi che la Lega intendiamo impedire questo mercimonio della sofferenza”.

Questo il commento di Beppe Grillo, fondatore del Movimento 5 Stelle, in un’intervista a America Oggi.

“Puoi fare come Minniti”, continua Grillo quando gli chiedono come si possa affrontare la questione della migrazione senza restare insensibili,  “che ha bloccato il varco senza dirlo esplicitamente, per poi declamare i diritti umani come un bimbo che recita la poesia di Natale”.

“Oppure puoi fare come questo governo: impedire lo spaccio di false speranze e intanto ridiscutere tutta la questione a livello europeo. Il che significa anche graffiarsi un po’ con la Francia, che non resiste ai suoi istinti colonialisti“.

“Affrontare una questione del genere, che era stata spostata sull’Italia in accordo con chi ci ha preceduto in cambio di qualche aiutino, richiede anche una certa rudezza e assunzione di responsabilità”.

“Oggi, le persone che non ne possono più di restare, ad esempio, nella dissanguata Africa perlomeno sanno come la vede l’Europa e quali sono le loro prospettive a fuggire verso l’Unione dei Divisi”.

Per concludere, Grillo ha parlato del rapporto tra gli alleati di governo che si trovano spesso su posizioni diverse: “In ogni caso, il rapporto con la Lega è un continuo confronto, anche sofferto, con una diversa sensibilità nella modalità di affrontare le problematiche politiche. Ma questo non vale per le cose di cui ci assumiamo una responsabilità condivisa”.

Il nuovo caso Sea Watch – Intanto continua l’attesa di un porto sicuro della nave Sea Watch 3, ferma in acque italiane di fronte alle coste di Lampedusa e con a bordo 47 persone, mentre continua il braccio di ferro tra l’Italia e l’Olanda.

Il ministro dell’Interno Matteo Salvini infatti ha chiesto al governo olandese di farsi carico dei migranti dato che la nave della Ong batte bandiera olandese.