Covid ultime 24h
casi +21.994
deceduti +221
tamponi +174.398
terapie intensive +127

La vita di ansiosi e depressi raccontata in 12 ironiche vignette

L'artista Gemma Correll ha rappresentato lo stress e il senso di solitudine legati alla depressione e all'ansia patologica. Ecco i disegni

Di Francesca Loffari
Pubblicato il 31 Ott. 2017 alle 18:15
1.1k

L’artista britannica Gemma Correll, nelle sue vignette, ha rappresentato lo stress e il senso di solitudine legati alla depressione e all’ansia patologica.

Se ti piace questa notizia, segui TPI Pop direttamente su Facebook

Correll ha realizzato una serie di disegni allo stesso tempo ironici e provocatori, per accrescere la sensibilità verso queste condizioni di sofferenza psicologica.

L’ansia è tecnicamente definita come una reazione istintiva di difesa, uno stato di tensione emotiva a cui spesso si accompagnano sintomi fisici quali tremore, sudorazione, palpitazioni ed aumento della frequenza cardiaca.

Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

L’ansia fisiologica è un’emozione che anticipa il pericolo e si accompagna ad uno stato di eccitazione. L’ansia patologica si caratterizza, invece, come una risposta inappropriata a preoccupazioni esistenziali o relative all’ambiente che determina l’alterazione delle normali capacità individuali.

Quest’ultima condizione può essere diagnosticata in concomitanza con fenomeni depressivi. C’è chi la chiama “mal di vivere” o “male dell’anima”.

A febbraio 2017 l’Organizzazione Mondiale della Sanità ha pubblicato uno studio sulle patologie mentali più diffuse. Ne emerge che, in un un solo decennio, l’incidenza dei fenomeni depressivi è aumentata del 18,4 percento.

La depressione colpisce nel mondo quasi 5 persone su 10o. 322 milioni di individui fanno i conti con questa patologia, che colpisce in prevalenza tra le fasce di popolazione di reddito medio o basso. Dalla ricerca emerge anche che sono le donne a esserne più colpite, con il 5,1 per cento, rispetto al 3,6 degli uomini.

Se questa notizia ti è piaciuta, abbiamo creato una pagina Facebook apposta per te: segui TPI Pop

1.1k
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.