SPECIALE ELEZIONI REGIONALI E REFERENDUM DIRETTA VIDEO

SPECIALE ELEZIONI REGIONALI E REFERENDUM DIRETTA VIDEO. Gli exit poll, i risultati in tempo reale, i primi commenti, i collegamenti con i nostri inviati e le analisi sui possibili riequilibri di potere. Segui su Facebook e intervieni anche tu nel dibattito in studio. Conduce Giulio Gambino.

Posted by TPI on Monday, 21 September 2020

Marilyn Monroe, le foto inedite e private esposte per la prima volta a Londra

Immagini dell'iconica attrice americana inedite e altre poco conosciute dal pubblico sono state esposte a Londra. Qui una selezione

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 30 Mag. 2018 alle 14:00
200

A Londra, presso la Proud Central Gallery, è stata allestita una mostra fotografica dedicata a Marilyn Monroe.

Oltre 5 mila fotografie in cui l’iconica attrice statunitense è ritratta in immagini del tutto inedite, mai mostrate prima, e altre poco conosciute dal pubblico.

L’autore degli scatti è il fotografo americano Milton H. Greene, il cui archivio di fotografie è stato esposto alla mostra dal titolo “Up Close with Marilyn: Portraits by Milton H. Greene“, visitabile fino al 24 giugno 2018.

Le foto sono state restaurate e catalogate da Joshua Greene, che alla morte del padre Milton si occupò dell’archivio per far sì che le immagini private di Marilyn Monroe non andassero perse.

Secondo Joshua Greene, il padre aveva una rapporto molto stretto con Marilyn, il più grande modello di pin-up del ventesimo secolo.

I meravigliosi ritratti di Marilyn Monroe di Milton, rari e inediti, fanno parte della mostra londinese dove in ogni foto si percepisce come l’occhio del fotografo sia attratto dalla bellezza sorprendente di Marilyn, dalla sua relazione amorosa con la macchina da presa e dalla sua posa sicura e rilassata.

Joshua Greene non ha dubbi che questa fiducia nei confronti dell’obbiettivo sia iniziata con suo padre. “Era a suo agio con lui, si fidava di lui”, dice Greene.

Milton iniziò a fotografare quando aveva appena 14 anni, quando incontrò Marilyn Monroe nel 1953 era già un fotografo esperto.

“Mio padre”, dice Joshua Greene, “è stato incaricato dalla rivista Look di fotografare alcune star del cinema, tra cui Marilyn. Quando si sono incontrati hanno subito stretto una forte amicizia”.

“Lui non ha mai creduto che si sia suicidata. Stava lavorando per alcune collezioni di moda in Europa quando ha saputo della sua morte “, dice Greene.

Il fotografo sosteneva che Marilyn Monroe avrebbe avuto pochi motivi per uccidersi.

“Era una sopravvissuta, non una vittima”, insiste. Le immagini sono nitide come il giorno in cui sono state scattate e mostrano una luminosa Marilyn Monroe con quel viso pieno di malizia.

200
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.