Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 18:23
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home

L’Hajj, il pellegrinaggio sacro dell’Islam

Immagine di copertina

Le immagini dell'Hajj, il pellegrinaggio che ogni anno richiama più di due milioni di persone nella città saudita della Mecca

Martedì 22 settembre inizierà l’Hajj, il pellegrinaggio più importante per la religione islamica che si tiene ogni anno alla Mecca.

L’Hajj è uno dei cinque pilastri su cui si fonda l’Islam e si effettua durante l’ultimo mese lunare dell’anno islamico, che nel 2015 inizia il 15 settembre e termina il 14 ottobre.

Durante il rituale, ogni persona islamica appartenente a gruppi etnici, età, stato sociale e nazionalità diversa si riunisce davanti alla Ka’aba – l’edificio più sacro della religione islamica – per rafforzare la fratellanza religiosa, in un momento di preghiera in cui tutte le persone sono messe allo stesso livello di fronte a Dio.

Il pellegrinaggio richiama ogni anno più di due milioni di persone e il trend è in costante crescita. Dopo il picco massimo di tre milioni e 160mila fedeli raggiunto nel 2013, il governo saudita ha imposto alcune limitazioni al numero massimo di pellegrini. La Moschea sacra, chiamata Masjid al-Haram in lingua araba, è il luogo principale del pellegrinaggio ed è oggi interessata da un lavoro di restauro per aumentarne la capacità di accoglienza.

Durante il pellegrinaggio ogni persona deve compiere 10 riti per poter dichiarare di aver adempiuto correttamente alle regole dell’Hajj. Per la sharia, la legge islamica, chi fosse fisicamente non in grado di compiere il pellegrinaggio avrebbe la possibilità di delegare a una persona terza l’assolvimento del rituale, pagandone il viaggio e il mantenimento. In questo modo beneficerebbe pienamente degli effetti spirituali come se fosse stato lui a compiere il viaggio.

Per ridurre il grande numero di pellegrini che ogni anno compiono l’Hajj, l’Arabia Saudita ha imposto ad ogni persona il numero massimo di un viaggio ogni cinque anni.

La grande sacralità del rito fa si che durante il periodo dell’Hajj l’accesso all’area del pellegrinaggio sia proibito alle persone che non professino la fede islamica.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Egitto, incendio in una chiesa copta a Giza: almeno 41 i morti
Sport / Dazn non funziona: ecco cosa sta succedendo e come richiedere il rimborso
Lotterie / Estrazione VinciCasa: i numeri vincenti estratti oggi 14 agosto 2022
Ti potrebbe interessare
Esteri / Egitto, incendio in una chiesa copta a Giza: almeno 41 i morti
Sport / Dazn non funziona: ecco cosa sta succedendo e come richiedere il rimborso
Lotterie / Estrazione VinciCasa: i numeri vincenti estratti oggi 14 agosto 2022
Politica / Si chiude il deposito dei simboli al Viminale. Ecco perché non finiranno tutti sulla scheda
TV / La dama velata: le anticipazioni della terza puntata su Rai 1
TV / La dama velata streaming e diretta tv: dove vedere la terza puntata
Lotterie / Estrazione Million Day di oggi, 14 agosto 2022: i numeri vincenti di domenica
TV / Fiore del deserto: tutto quello che sappiamo del film su Canale 5
TV / Le Iene – Delitto di Garlasco: la verità di Alberto Stasi. Lo speciale in onda questa sera su Italia 1: anticipazioni e ospiti
TV / Kilimangiaro Estate: anticipazioni, ospiti e argomenti della puntata di oggi, 14 agosto