Slot machine online, tutto quello che c’è da sapere

Di Clarissa Valia
Pubblicato il 20 Dic. 2019 alle 18:29
0
Immagine di copertina
Credit: Pixabay

Insieme alla crescita inarrestabile della fruizione del web, continua a crescere il mercato dei giochi online, grazie a mezzi e tecnologie sempre più evoluti a disposizione dell’utente. I giochi d’azzardo che si possono trovare sul web italiano sono il Poker, i Casinò games (che comprendono giochi come le Slot machine, la Roulette e il Blackjack), le Scommesse ed il Bingo, poi altri giochi aleatori, come i giochi di lotteria, e i giochi a concorso a base sportiva.

Tra i giochi più amati si annoverano sicuramente le Slot machine, per la semplicità dell’esperienza di gioco e per la grande varietà di offerta online. La meccanica è veramente intuitiva: bisogna realizzare una certa combinazione nel rullo dei simboli possibili, e in base al valore di questi e alla cifra giocata si potrà ottenere una vincita più o meno alta. Il mondo delle slot propone tantissima varietà di offerta, come si potrà osservare nel portale italiano dedicato alle slot: questi giochi si differenziano per grafiche ed esperienze di gioco legate al mondo epico, dell’antichità, fantasy, o dall’interfaccia pensata specificamente per il pubblico femminile. Insomma, ce n’è per tutti i gusti, e per far conoscere a tutto il pubblico le caratteristiche di questi giochi, vengono sempre più proposti in versione gratuita. Questo permette da un lato di potersi affacciare al mondo delle Slot per la prima volta, oppure di provare un nuovo gioco, comprendendo e valutando le caratteristiche delle singole proposte in maniera protetta prima di decidere di puntare denaro. Dall’altro, semplicemente, permette agli operatori di attirare nuovi utenti proponendo prodotti di qualità in una sorta di versione test, in maniera trasparente.

In Italia la regolamentazione del gioco online è avvenuta per gradi, con l’obiettivo sia di tutelare i giocatori, in particolare minorenni, sia di contrastare il gioco illegale, specialmente proveniente dalla criminalità organizzata. L’evoluzione del gioco online relativa all’offerta di giochi e alla tipologia di soggetti abilitati ad esercitare il gioco a distanza, si è articolata principalmente in tre fasi. La prima è stata l’introduzione del canale telematico e telefonico nel 2000 per sopperire alla necessità delle agenzie di scommesse di prendere a distanza le giocate dei propri clienti abituali, soprattutto ippiche. In seguito nel 2002 venne applicata la disciplina delle scommesse ippiche a tutte le scommesse sportive, e fu estesa l’apertura del canale telematico e telefonico, autorizzando i concessionari alla raccolta non solo delle scommesse, ma anche dei giochi e dei concorsi pronostici.

La seconda fase corrisponde all’introduzione del principio di gestione autonoma e separata del gioco online: nel 2006 è stata stabilita, la separazione del titolo relativo al gioco online rispetto a quello classico sul territorio, consentendo così agli operatori di potersi avvalere solo del titolo per il gioco a distanza. Da questo momento in poi, il gioco a distanza ha cessato di essere accessorio al gioco distribuito presso i punti vendita, essendo effettivamente caratterizzato da diverse regole e competenze, e operandovi soggetti specializzati e per la gran parte non interessati al mercato a terra: è stata riconosciuta l’esistenza di un ambito di mercato autonomo.

L’ultima fase ha riguardato l’apertura del mercato agli operatori non di gioco, nel 2009, oltre ad aver ampliato l’offerta di giochi, ed introdotto novità operative allora uniche nel panorama europeo, finalizzate al rafforzamento della tracciabilità del gioco e del controllo degli operatori, per opera dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli (AAMS). Questa terza fase ha riguardato le Scommesse ippiche, le Scommesse sportive, i Concorsi a pronostico, le Lotterie istantanee, gli Skill games, i Giochi numerici a totalizzatore, il Poker Cash, i Casinò games come le Slot Machine, le Scommesse virtuali ed il Betting exchange.

Inoltre, negli ultimi anni sono state rafforzate le misure per contrastare la ludopatia. La normativa del 2013 ha definito i termini per l’esercizio della comunicazione riguardante il gioco, con particolare attenzione alla prevenzione del gioco compulsivo, imponendo tra l’altro l’obbligo di fornire informazioni riguardanti i pericoli dati dal gioco. È stato vietato qualsiasi messaggio pubblicitario rivolto ai minori: la tutela dei minori infatti è diventata massima con la verifica sul sito degli operatori dei dati del giocatore, confrontando al momento della registrazione in tempo reale i dati dell’iscrizione con quelli provenienti dall’anagrafe tributaria.

Leggi anche: 

Giochi e videogiochi online: un mercato in costante evoluzione

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.