Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:12
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Un software per predire i crimini

Immagine di copertina

L’azienda giapponese Hitachi avrebbe creato un sistema informatico d’avanguardia in grado anticipare le mosse dei criminali

Un software che predice i crimini ed evita che questi avvengano nella realtà. Sembra la traccia di un film di fantascienza, ma potrebbe diventare realtà grazie a un’intuizione giapponese.

Il 29 settembre 2015, infatti, la società nipponica Hitachi, il cui motto non a caso è “Inspire the next” – ispirare il futuro -, ha annunciato un nuovo software che funziona incrociando in modo intelligente un’enorme massa di dati, in modo da diventare “oracolo” della società e anticipare le mosse criminali.

Il prodotto si chiama Visualization Predictive Crime Analytics e sarà presto impiegato in molti stati e città degli Stati Uniti, compresa Washington DC. 

Se il progetto dell’Hitachi, attiva in un’ampia gamma di settori dall’elettronica, alle costruzioni ferroviarie fino a quelle di reattori nucleari, funzionasse realmente, saremmo di fronte a una svolta epocale. 

Attraverso complessi algoritmi, le forze dell’ordine saranno in grado di anticipare i criminali, prevedendo le loro mosse, prima ancora che queste vengano compiute.  

Il programma monitorerà le mappe di transito dei mezzi pubblici, le conversazioni vocali e quelle nei social media, le previsioni del tempo e altre centinaia, se non migliaia, di variabili. 

I modelli creati dagli algoritmi potranno essere personalizzati in base alle esperienze personali e collettive degli agenti, aggiungendo all’impersonalità dei dati matematici, l’intuizione dei professionisti in carne e ossa.

Questo software è programmato per individuare la scena del potenziale crimine con un’accuratezza tale da confinarlo in un’area di circa 200 metri quadrati. 

Evidenti dubbi sorgono innanzitutto sulla precisione di calcolo del software, e secondariamente, ma non per importanza,sul rispetto del diritto alla privacy.

Hitachi assicura che, disponendo di informazioni a sufficienza, gli agenti potranno intervenire senza ulteriori accertamenti. Inoltre, se il sistema dovesse individuare erroneamente un obiettivo innocente, i dati creati sarebbero resi pubblici e valutati. Il dibattito sul rispetto del diritto alla privacy resta aperto. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Ti potrebbe interessare
Esteri / “È un terrorista”: Tokyo, atleta iraniano accusato dopo l’oro nella pistola
Esteri / Donna di 60 anni ruba diamanti per 5 milioni di euro con un gioco di prestigio
Esteri / Donna israeliana dona un rene a un bambino di Gaza: “Ma la politica non c’entra”
Esteri / Teologo musulmano critica i completi delle pallavoliste turche: “Siete sultani della fede, non dello sport”
Esteri / Variante Delta, Fauci: “Vaccinati o no, la contagiosità dei positivi è identica”
Esteri / Obbligo di vaccino per i dipendenti Google e Facebook
Esteri / A che punto è la crisi politica in Tunisia: Said licenzia 20 alti funzionari di governo
Economia / Effetto Covid, per tornare in ufficio i lavoratori londinesi chiedono un aumento di stipendio
Esteri / In Germania è iniziata ufficialmente la quarta ondata di Covid
Esteri / Influencer di giorno, narcotrafficante di notte: arrestata la 19enne "Miss Cracolandia"