Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:10
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Ucraina, sindaca di un villaggio a Ovest di Kiev trovata morta con le mani legate assieme ai familiari

Immagine di copertina

A Motyzhyn, vicino a Kiev, è stata ritrovata una fossa comune di 20 persone, tra cui delle famiglie, inclusa quella della sindaca Olga Sukhenko, del marito e di suo figlio. Secondo il sindaco del villaggio confinante di Kopyliv, i corpi portavano i segni di torture, come braccia e dita rotte.

Le autorità ucraine hanno ritrovato complessivamente i corpi di cinque civili con le mani legate e segni di tortura nel villaggio a ovest di Kiev, tra cui quelli della sindaca, del marito e di suo figlio. La polizia ha mostrato ai giornalisti di AFP quattro cadaveri, compreso quello della sindaca, sepolto a metà in una pineta vicino alla sua abitazione di Motyzhyn. Un quinto corpo è stato rinvenuto successivamente in un piccolo pozzo nel giardino di casa.

Altri due corpi di uomini che non facevano parte della famiglia del sindaco, avevano le mani legate dietro la schiena. Secondo la polizia, la sindaca Olga Sukhenko, 50 anni, suo marito e il figlio, erano stati rapiti dalle forze russe il 24 marzo.

I residenti hanno riferito che il sindaco e suo marito si erano rifiutati di collaborare con le forze russe. Secondo quanto riportano fonti ucraine, la fidanzata del ragazzo ucciso ha detto, “sei morto insieme ai tuoi genitori, non li hai lasciati soli. Sarai per sempre nel mio cuore, nei nostri cuori.”

L’11 marzo anche il sindaco di Melitopol, nel sud dell’Ucraina, era stato rapito dall’esercito russo, ma rilasciato dopo qualche giorno come parte di uno scambio di prigionieri.

A Bucha, una cittadina situata una trentina di chilometri a nord di Motyzhyn, sono stati ritrovati sparsi per le strade e in fosse comuni numerosi corpi di civili uccisi, provocando la condanna internazionale e facendo scattare le accuse unanimi di crimini di guerra.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina, Di Maio: “Bisogna tenere aperto un canale con Mosca”
Esteri / Strage di Buffalo, anche Luca Traini tra i modelli citati dal 18enne suprematista bianco
Esteri / Britney Spears annuncia di aver perso il bambino che aspettava con Sam Ashgari
Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina, Di Maio: “Bisogna tenere aperto un canale con Mosca”
Esteri / Strage di Buffalo, anche Luca Traini tra i modelli citati dal 18enne suprematista bianco
Esteri / Britney Spears annuncia di aver perso il bambino che aspettava con Sam Ashgari
Esteri / Ucraina: i corpi di soldati russi caricati sui treni frigo | VIDEO
Esteri / Croazia, abortire è quasi impossibile: migliaia in piazza per protestare contro i medici obiettori
Esteri / “Non avvicinatevi al tavolo…”: la “vendetta” dei Maneskin verso la Francia
Esteri / In nomine Putin: Kirill, il chierichetto dello Zar che giustifica la guerra in Ucraina
Esteri / Usa, 18enne uccide 10 persone in un supermercato di Buffalo in diretta streaming: è un “suprematista bianco”
Esteri / Guerra in Ucraina, Mosca: "I negoziati non possono riguardare i miliziani Azov". Svezia, partito al governo approva candidatura Nato
Economia / Cingolani: “Siamo in economia di guerra, non di mercato”