Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:11
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Trump chiede all’ex direttore dell’Fbi di non rivelare informazioni alla stampa

Immagine di copertina

Il presidente degli Stati Uniti, che aveva licenziato James Comey il 9 maggio, ha lanciato un avvertimento su Twitter

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump ha chiesto all’ex direttore dell’Fbi di non rivelare alla stampa il contenuto delle conversazioni avvenute tra di loro. “Spero per James Comey che non ci siano registrazioni delle nostre conversazioni prima che lui cominci a passare materiale alla stampa”, ha scritto Trump su Twitter il 12 maggio.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

James Comey era stato licenziato per ordine del presidente il 9 maggio mentre stava indagando sui possibili contatti tra Trump e il governo russo durante la campagna elettorale del 2016. Il presidente aveva comunque negato di essere sotto indagine da parte del Federal bureau.

Trump ha più volte riferito di essere stato informato direttamente dall’ex direttore dell’Fbi di non essere al centro dell’inchiesta sul cosiddetto Russiagate. Trump aveva comunque precisato di essere l’unico responsabile della rimozione di Comey dal suo incarico.

Il licenziamento di Comey aveva suscitato critiche anche da parte del dal ministro della giustizia Rod Rosenstein che ha rifiutato la versione fornita dal presidente di essere tra i principali promotori della rimozione del direttore dell’Fbi e ha minacciato le dimissioni.

Intanto, anche il capo ad interim del bureau ha smentito Trump riguardo alle voci di una scarsa fiducia nei confronti di Comey tra i dipendenti dell’Fbi. “Non abbiamo mai perso fiducia in James Comey che continuava ad avere un ampio sostegno”, ha detto Andrew McCabe.    

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata                         

Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Grecia, da gennaio obbligo vaccinale per gli over 60: multe di 100 euro al mese per i trasgressori
Esteri / Variante, in Nigeria Omicron presente già a ottobre
Esteri / Unhcr: al via la campagna per salvare 3,3 milioni di rifugiati dal gelo invernale
Esteri / Bradley Cooper minacciato nella metropolitana di New York: “Aggredito con un coltello”
Esteri / AIRL, a Roma il Gala dell’amicizia italo-libica: “Che sia l’inizio di una nuova vita, di una stretta collaborazione”
Esteri / Variante, nel Regno Unito torna l’obbligo di mascherina nei luoghi e sui mezzi pubblici
Esteri / Austria, morto di Covid l’esponente No Vax Biacsics: aveva tentato di curarsi con clisteri di candeggina
Esteri / Usa, sparatoria in una scuola del Michigan: 15enne apre il fuoco sui compagni. Morti 3 studenti
Cronaca / L'a.d. di Moderna: “Vaccini meno efficaci contro Omicron"
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda