Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 09:59
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Un tribunale svizzero ha condannato un uomo per stealthing

Immagine di copertina

La pratica per la quale è arrivata la condanna consiste nella rimozione del preservativo senza il consenso del partner durante un rapporto sessuale

Una corte svizzera ha confermato la sentenza di condanna a 12 mesi con pena sospesa nei confronti di un uomo incriminato per aver rimosso il suo preservativo durante un rapporto sessuale senza il consenso della partner. La pratica, definita stealthing, sta mettendo alla prova i sistemi legali di vari paesi.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

La coppia protagonista della vicenda si era conosciuta sulla piattaforma Tinder e si era incontrata in casa della donna. Durante il rapporto sessuale, la donna aveva rifiutato la richiesta dell’uomo di fare sesso non protetto. Dopo aver scoperto che il suo partner aveva rimosso il preservativo a sua insaputa aveva deciso di denunciarlo. La difesa ha cercato di sostenere che la rimozione non era stata intenzionale.

Si tratta del primo caso del genere in Svizzera anche se il crimine rimane di difficile classificazione. L’avvocato della donna, Baptiste Viredaz, ha presentato alla corte uno studio firmato da Alexandra Brodskydel National Women’s Law Center di Washington e pubblicato sul Columbia Journal of Gender and Law. 

Nello studio, che analizza le implicazioni legali della pratica, si fa riferimento alle motivazioni che spingono gli uomini a ingannare le loro partner sessuali. “Dalle discussioni disponibili online si capisce che gli uomini giustificano le loro azioni con un istinto naturale, un diritto naturale maschile”, si legge nella ricerca. 

Oltre alla Svizzera, anche il Canada si è già pronunciato su casi di stealthing anche se non c’è un esplicito riferimento a questo crimine nei codici. Una sentenza della corte suprema canadese del 2014 aveva confermato la condanna nei confronti di un uomo che aveva praticato dei fori su un preservativo senza che la sua partner lo sapesse. L’uomo era stato condannato a 18 mesi di carcere per violenza sessuale aggravata.

— LEGGI ANCHE: Cos’è lo stealthing, la pratica sessuale che gli uomini nascondono al partner

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / Nato, i leader: "Da Cina e Russia minacce alla sicurezza". Draghi: "Riaffermare alleanza Usa"
Esteri / Putin: "Navalny? Non abbiamo l'abitudine di assassinare nessuno"
Esteri / Scandalo 1MDB: ex rapper dei Fugees accusato di pressioni per convincere Trump a non indagare
Ti potrebbe interessare
Esteri / Nato, i leader: "Da Cina e Russia minacce alla sicurezza". Draghi: "Riaffermare alleanza Usa"
Esteri / Putin: "Navalny? Non abbiamo l'abitudine di assassinare nessuno"
Esteri / Scandalo 1MDB: ex rapper dei Fugees accusato di pressioni per convincere Trump a non indagare
Esteri / Sversamento di idrocarburi a largo della Corsica: “Si rischia il disastro ambientale”
Esteri / Sudan, scarcerato Marco Zennaro: l'imprenditore italiano è ai domiciliari in hotel 
Esteri / Israele chiude la più importante organizzazione sanitaria palestinese. A rischio lotta al Covid
Esteri / Nuovi raid in Siria, bombardato un ospedale ad Afrin: almeno 18 morti
Esteri / La Regina Elisabetta taglia la torta con una spada: il video è esilarante
Esteri / È morto l’uomo con la famiglia più grande al mondo: aveva 38 mogli e 89 figli
Esteri / La variante Delta spaventa il mondo. Contagiosità, efficacia dei vaccini: cosa sappiamo