Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 13:09
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Disgelo tra il presidente Trump e la Cina

Immagine di copertina

Durante una telefonata lunga ed estremamente cordiale con l'omologo cinese Xi Jinping ha promesso di rispettare la politica dell'unica Cina

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump e l’omologo cinese Xi Jinping hanno parlato telefonicamente giovedì 8 febbraio 2017. Trump ha assicurato al leader cinese che rispetterà la politica dell’unica Cina, ovvero l’appartenenza di Taiwan – considerata una provincia ribelle – alla Repubblica popolare cinese, smentendo le sue precedenti affermazioni.

“Comprendo perfettamente la politica dell’unica Cina, ma non so se noi dobbiamo sentirci legati a essa a meno che non stringiamo con la Cina un accordo in merito ad altre cose, incluso il commercio”, aveva dichiarato il presidente americano all’emittente televisiva Fox News l’11 dicembre 2016.

Non solo. La telefonata tra Trump e la presidente taiwanese Tsai Ing-wen pochi giorni prima non aveva mancato di infastidire Pechino che però aveva evitato di reagire.

Secondo quanto si apprende dalla Casa Bianca, la telefonata è stata lunga ed estremamente cordiale: “I due leader hanno discusso numerosi argomenti”, e hanno espresso “i migliori auguri al popolo dell’altro paese”.

— LEGGI ANCHE: Cosa ha detto Trump sui rapporti degli Stati Uniti con Cina e Taiwan

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina: come cambia il conflitto con gli F16
Esteri / È morto Philippe Pozzo di Borgo, l’uomo tetraplegico che ha ispirato il film “Quasi amici”
Esteri / 2 giugno, l’alzabandiera col sindaco di New York Adams
Ti potrebbe interessare
Esteri / Guerra in Ucraina: come cambia il conflitto con gli F16
Esteri / È morto Philippe Pozzo di Borgo, l’uomo tetraplegico che ha ispirato il film “Quasi amici”
Esteri / 2 giugno, l’alzabandiera col sindaco di New York Adams
Esteri / A un anno dalle Europee: Giorgia Meloni deve sciogliere il dilemma tra “Governismo” e “Sovranismo”
Esteri / Il secolo turco: così il Sultano Erdogan è diventato il nuovo Ataturk
Esteri / Il feto è morto ma i medici non intervengono: deceduta donna in Polonia per le leggi anti-aborto
Esteri / Ranieri di Monaco: le cause della morte del Principe sovrano
Esteri / Imprenditore porta i dipendenti in vacanza lusso e chiude per una settimana
Esteri / Gli cade il cellulare in acqua mentre tenta di scattarsi un selfie: funzionario ordina di svuotare un’intera diga per recuperare il telefono
Esteri / Ohio, bimbo di 4 anni mangia tutta la confezione di chewing gum e rischia di morire: operato d’urgenza