Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 06:13
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Burkina Faso, ucciso l’Imam Souaibou Cissé: era schierato contro il terrorismo

Immagine di copertina

Souaibou Cissé, il grande imam di Djibo, nel nord del Burkina Faso, è stato ucciso. Nelle scorse ore è stata ritrovata la sua salma nei pressi di Tiléré, luogo dove il 73enne era stato rapito lo scorso martedì, mentre si trovava in viaggio su un taxi condiviso insieme ad altre persone. L’Imam, che ricopriva anche la carica di presidente della comunità musulmana della provincia di Soum nella regione del Sahel, è stato sequestrato da un gruppo di persone armate che hanno fermato il veicolo proveniente dalla capitale del Paese, Ouagadougou.

A riportare la notizia è Africa ExPress, che spiega come i presunti terroristi abbiano fermato la corsa del taxi e controllato l’identità di tutti i passeggeri, per poi prelevare solamente Cissé e lasciar andare gli altri passeggeri. Qualche anno fa, nel 2017, come hanno riferito i familiari dell’Imam a Radio France International, Cissé era già stato vittima di un attentato: alcuni individui non ben identificati avevano infatti tentato di ucciderlo sparando dei colpi  contro casa sua e, in seguito a questo episodio, l’abitazione era stata messa sotto il controllo della gendarmeria locale. Controllo però interrotto all’inizio del 2020.

Ad esprimere dolore e riprovazione per quanto accaduto la presidenza burkinabè con un post su Twitter. Al momento nessun gruppo terroristico ha rivendicato l’uccisione dell’Imam, il quale da sempre era schierato contro gli attacchi che nel corso degli anni hanno gettato nell’instabilità tutta l’area di Djibo.

Ti potrebbe interessare
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei. Netanyahu: "Ci vorrà ancora tempo ma ce la faremo"
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Ti potrebbe interessare
Esteri / La torre Al Jala, sede di Ap e Al Jazeera, si sbriciola in una nuvola di fumo
Esteri / Pioggia di razzi su Tel Aviv, Israele reagisce con 150 raid aerei. Netanyahu: "Ci vorrà ancora tempo ma ce la faremo"
Esteri / Casa bombardata a Gaza, morti 8 bambini e 2 donne
Esteri / Maxi attacco a Gaza, distrutto palazzo dei media evacuato e i tunnel di Hamas. Finora i morti sono 139
Esteri / Pulizia etnica e giornalisti arrestati: in Etiopia non basta un premio Nobel per la pace
Esteri / Un milione di dollari in palio per chi si vaccina: la lotteria dell’Ohio per incentivare i No Vax
Esteri / "Io, scrittore israeliano, vi dico che l'inferno non finirà mai: Israele non sa riconoscere i suoi errori"
Esteri / Nuovi raid su Gaza, tre razzi lanciati dalla Siria. Finora 126 morti
Esteri / “I vaccinati causano infertilità e aborti”: i no-mask pensano addirittura di usare la mascherina
Esteri / In Cambogia migliaia di persone sono rimaste senza cibo e medicine a causa del lockdown