Covid ultime 24h
casi +14.078
deceduti +521
tamponi +267.567
terapie intensive -43

Iran, la spia che fece uccidere il generale Soleimani sarà impiccata

Il portavoce della magistratura iraniana: "Mahmoud Mousavi Majd, arrestato per spionaggio per conto della Cia e del Mossad, presto sarà impiccato"

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 9 Giu. 2020 alle 13:33
119
Immagine di copertina
Il generale iraniano Qassem Soleimani, ucciso in un raid americano il 3 gennaio 2020

L’Iran giustizierà l’uomo che ha fornito informazioni a Usa e Israele sul luogo in cui si trovava il generale Qassem Soleimani, ucciso in un raid americano a Baghdad a gennaio scorso. Moussavi Majd è stato dichiarato colpevole di spionaggio delle forze armate iraniane e “verrà impiccato”. Ad annunciarlo oggi, martedì 9 giugno, è stato il portavoce della magistratura iraniana, Gholamhossein Esmaili, fornendo pochi dettagli sull’uomo condannato.

Mahmoud Mousavi Majd è considerato una spia, “in particolare la forza di Quds” perché ha fornito alla Cia e al Mossad informazioni riservate. “Sarà giustiziato presto –  ha detto  Gholamhossein Esmaili nel corso di una video conferenza stampa – Mahmoud Mousavi-Majd, una spia della Cia e del Mossad, è stato condannato a morte. Ha fornito informazioni ai nostri nemici sul luogo dove si trovava il martire Soleimani”. Il generale Soleimani, capo delle forze di elite al-Quds, è stato ucciso lo scorso 3 gennaio in un raid aereo missilistico condotto dagli Stati Uniti vicino a Baghdad, in Iraq.

***Notizia in aggiornamento

Leggi anche: 1. Chi era Qassem Soleimani, il generale iraniano ucciso nel raid Usa a Baghdad 2.

119
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.