Covid ultime 24h
casi +17.012
deceduti +141
tamponi +124.686
terapie intensive +76

Donna, afroamericana e omosessuale: chi è Lori Lightfoot, la nuova sindaca di Chicago

Di Veronica Di Benedetto Montaccini
Pubblicato il 3 Apr. 2019 alle 17:09 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:26
0
Immagine di copertina
Credits veronica Di Benedetto Montaccini

Lori Lightfoot è la nuova sindaca di Chicago. Un’elezione che, nell’America di Trump, passa alla storia perché è la prima donna afroamericana e omosessuale dichiarata a guidare la città, una cosa mai successa prima nelle grandi metropoli statunitensi.

Una vittoria del 73,7 per cento dei voti contro il 26,3 per cento dell’avversaria Toni Preckwinkle.

> Il reportage di TPI da Chicago, voci e interviste in una giornata storica per la città

L’avvocato Lightfoot, come si legge anche sul suo sito ufficiale, è stata la prima, come presidente del consiglio di polizia di Chicago, a guidare un corpo civile indipendente composto da 9 membri incaricato di decidere le questioni disciplinari per le accuse di cattiva condotta rivolte dalla comunità alla polizia.

I suoi cavalli di battaglia sono la lotta alla corruzione e alla criminalità. Ha avuto incarichi di rilievo come quello di senior equity partner nel gruppo Litigation and Conflict Resolution Group presso Mayer Brown LLP o come primo amministratore delegato ad interim del Dipartimento dei servizi di approvvigionamento di Chicago, dove ha combattuto una lunga battaglia contro un sistema corrotto che discriminava minoranze e donne.

Nella sua lunga carriera ha anche vinto diversi premi: Legal Legends Award del American Constitution Society Chicago nel 2016, stesso anno in cui il Financial Times la inserisce tra i dieci migliori avvocati statunitensi. Nel 2017, Crain’s Chicago Business la nomina poi avvocato donna più influente a Chicago.

Apertamente omosessuale, Lori Lightfoot è anche un’attivista per i diritti LGBT, insieme alla moglie Amy Eshleman.

Il giornale locale Chicago Sun Times esorta la neo-sindaca con un editoriale dal titolo “Hai fatto la storia Lori, ora fai di più”.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.