Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:16
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La Scozia chiederà un nuovo referendum sull’indipendenza

Immagine di copertina

La premier Nicola Sturgeon ha annunciato che avvierà l'iter parlamentare per un secondo voto da tenere tra fine 2018 e inizio 2019

La premier scozzese Nicola Sturgeon ha annunciato il 13 marzo che chiederà un nuovo referendum sull’indipendenza della Scozia e che avvierà l’iter parlamentare per poter arrivare a un secondo voto dei cittadini per l’indipendenza dalla Gran Bretagna.

— Questa notizia puoi leggerla direttamente sul tuo Messenger di Facebook. Ecco come

Secondo Sturgeon il referendum si potrebbe tenere tra la fine del 2018 e l’inizio del 2019, quando i termini della Brexit saranno chiari.

La premier scozzese ha inoltre affermato di credere che si potrebbe arrivare a un secondo voto per l’indipendenza scozzese prima che si completi l’uscita del Regno Unito dall’Unione europea.

Quando le è stato chiesto se pensava che avrebbe potuto vincere in questo voto, Sturgeon si è detta convinta di potercela fare. “Se la Scozia avrà una possibilità reale di scelta, questa possibilità dovrà esserci tra l’autunno del 2018 e la primavera del 2019”, ha dichiarato la prima ministra. 

La leader del partito Conservatore scozzese, Ruth Davidson, ha detto che l’annuncio della premier è divisivo e porta a maggiori incertezze. 

Una risposta è arrivata subito anche da Downing street. Un portavoce del primo ministro britannico Theresa May ha affermato che un secondo referendum per l’indipendenza scozzese sarebbe divisivo e causerebbe un’enorme incertezza economica.

“Solo due anni fa i cittadini scozzesi hanno votato per rimanere nel Regno Unito e questo ci dimostra che le persone in Scozia non vogliono un secondo referendum”, ha dichiarato. 

— Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata

Ti potrebbe interessare
Esteri / Centrale nucleare di Zaporizhzhia, Putin firma il decreto: “È di proprietà russa”
Esteri / La grande fuga dalla Russia di Putin: “Non moriremo per Vlad il matto”
Esteri / Cremlino: “Gli Stati Uniti sono coinvolti direttamente nel conflitto, situazione estremamente pericolosa”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Centrale nucleare di Zaporizhzhia, Putin firma il decreto: “È di proprietà russa”
Esteri / La grande fuga dalla Russia di Putin: “Non moriremo per Vlad il matto”
Esteri / Cremlino: “Gli Stati Uniti sono coinvolti direttamente nel conflitto, situazione estremamente pericolosa”
Esteri / La Slovenia legalizza matrimonio ed adozione per le coppie omosessuali
Esteri / Approvato nuovo pacchetto di sanzioni Ue alla Russia, incluso price cap al petrolio
Esteri / Gas dalla Russia all’Italia: ripresi i flussi attraverso l’Austria
Esteri / La gaffe del generale russo: per errore svela sulla mappa l’avanzata della controffensiva ucraina
Esteri / Von Der Leyen: “Pronti a discutere un tetto al prezzo del gas utilizzato per generare elettricità”
Esteri / Guerra in Ucraina, camera delle torture a Pisky-Radkivski: rinvenuti denti d’oro. Le foto shock
Esteri / Corea del Sud, esercitazioni con gli Usa: lanciati 4 missili sul Mar del Giappone. Uno si schianta al suolo