Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:07
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Dove nasce l’ossessione per gli unicorni

Immagine di copertina

Se oggi questi animali sono così famosi non è solo per la loro bellezza. C'entrano la generazione dei millennials e la nostalgia del passato

Unicorni, unicorni ovunque: tra i giocattoli, gli accessori, i trucchi e persino le bevande. Essere un unicorno non è mai stato così di moda come in questi ultimi anni.  

Nel 2014 un cartone dal nome My Little Pony: Friendship Is Magic ha raccolto 4,3 milioni di spettatori statunitensi davanti allo schermo per una maratona della serie televisiva.

E accade addirittura che un bar di Brooklyn inizi una disputa con Starbucks sui loro drink “al colore di unicorno”. L’Unicorn Latte e l’Unicorn Frappuccino, in effetti, sono simili: rosa e azzurri, brillanti, quasi fluorescenti, scintillano come se si trattasse della creatura magica. La lite fra Starbucks e The End, finita in tribunale, ci dice qualcosa riguardo la popolarità di questa figura che in questi anni ha raggiunto l’apice.

Se oggi gli unicorni sono così famosi, non è solo per la loro inequivocabile bellezza. È perché oggi più che mai la generazione millennials ne ha bisogno, spiega Alex Abad-Santos su Vox. Gli unicorni evocano il mondo spensierato dell’infanzia, soprattutto di tutti quelli che l’hanno vissuta negli anni Ottanta e Novanta.

Basti pensare a cosa ha significato Lisa Frank per i bambini e le bambine americane degli anni Ottanta. L’imprenditrice dell’Arizona ha creato un’azienda di forniture scolastiche colorate, piene di arcobaleni, dove primeggiavano animali dai colori bizzarri – pinguini, unicorni, delfini e panda fluorescenti e glitterati.

Ancora, sempre negli anni Ottanta, nasce il franchising My Little Pony che ha introdotto definitivamente gli unicorni nel mondo dei giocattoli. Ecco perché a un millenial basta guardare un unicorno per pensare di essere tornato bambino e percepire immediatamente un senso di leggerezza.

La sola nostalgia non è la chiave per comprendere interamente il fenomeno dello unicorn revival.

Gli unicorni hanno nettamente aumentato la loro forza attrattiva soltanto nell’era di internet e dei social network. E non è un caso: tutto ciò che è colorato e brillante diventa più attraente online, soprattutto sui social network che dell’immagine fanno la loro essenza. Più un’immagine è colorata, più aumenta la nostalgia e il ricordo della cultura pop anni Novanta.

È fondamentale è anche un altro fattore: il desiderio di fuga. Gli unicorni rappresentano anche un momento di evasione dal presente da adulti per tornare a quel mondo dell’infanzia così lontano e desiderato. 

Ma non si vuole sfuggire soltanto al proprio presente personale, ma anche a quello della storia: al disordine e alla crisi si risponde con l’allontanamento dalla realtà. 

Ti potrebbe interessare
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO
Ti potrebbe interessare
Esteri / Covid, il Regno Unito verso la terza dose agli over 18 dopo tre mesi dalla seconda
Esteri / Cina, Xi Jinping promette 1 miliardo in più di dosi all’Africa
Esteri / Regno Unito, 61 persone bloccate in un pub sommerso dalla neve: “Per fortuna abbiamo molta birra” | VIDEO
Cronaca / Variante Omicron, l’Oms: “Rischio elevato, possibili gravi conseguenze”
Esteri / Repubblica Ceca, la nomina del nuovo primo ministro è a prova di Covid | VIDEO
Esteri / Disney+ sbarca a Hong Kong, la censura elimina l’episodio dei Simpson su Piazza Tiananmen
Esteri / Il business del plasma: quanto guadagnano gli Usa dal sangue dei più poveri
Esteri / Inchiesta “Oro liquido”: il prezzo del commercio di sangue nell’America degli ultimi
Esteri / Vietato dire Natale: le linee guida per la “comunicazione inclusiva” dell’Ue
Esteri / Il nuovo capo dell’Interpol è Ahmed Naser al-Raisi, un generale accusato di torture e arresti arbitrari