Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 12:34
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

L’opposizione siriana cerca il dialogo con Assad

Immagine di copertina

I leader dell'opposizione si sono detti disponibili a negoziare con il regime. Ma le intenzioni di Assad non sono chiare

Opposizione siriana dialogo con Assad

Alti esponenti dell’opposizione siriana in esilio sono stati l’obiettivo di un attentato compiuto in uno dei valichi di frontiera tra Siria e Turchia e costato la vita ad almeno 13 persone.

Da qualche giorno l’opposizione è pronta al dialogo con il presidente Bashar al Assad. Il leader dell’opposizione Muaz al Khatib, che già ha incontrato al Cairo l’inviato della comunità internazionale Lakhdar Brahimi, ha dato la sua disponibilità per trovare un compromesso con il regime e raggiungere un accordo di pace. Tutto questo deve avvenire attraverso le dimissioni di Assad ”con il minimo spargimento di sangue”, ha detto Khatib.

Una delle condizioni poste dall’opposizione, rappresentata dalla Coalizione nazionale siriana, era la liberazione di migliaia di ribelli detenuti in carcere. Secondo Khatib il regime ha perso una “rara opportunità” quando ha rifiutato di rilasciare i prigionieri, ma si sente “moralmente costretto a continuare i negoziati per l’uscita di scena pacifica di Assad”.

Il ministro degli Esteri siriano Faisal Mekdad ha affermato che l’opposizione è libera di partecipare all’iniziativa di dialogo del governo, purché avvenga a Damasco e “senza precondizioni o pressioni sul presidente”. In un’intervista in tv, Mekdad ha suggerito che l’opposizione sta cambiando strategia “perché la resistenza armata è fallita”. Lakhdar Brahimi ha invitato Khatib a perseguire i suoi sforzi nell’offrire accordi di pace ai rappresentanti del governo.

Il regime però sembra non intenzionato a dialogare con l’opposizione. Ricevendo una delegazione giordana a Damasco Bashar ha affermato che “la Siria rimarrà il cuore pulsante del mondo arabo e non cederà alle pressioni esterne”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Capsula radioattiva smarrita in Australia, tecnici della Rio Tinto e autorità locali alla ricerca: “È molto pericolosa”
Esteri / “Per colpire il Regno Unito con un missile ci vuole un minuto”: la minaccia di Putin a Boris Johnson
Esteri / Messico, influencer napoletano scambiato per un narcos: "Rinchiuso in una stanza buia"
Ti potrebbe interessare
Esteri / Capsula radioattiva smarrita in Australia, tecnici della Rio Tinto e autorità locali alla ricerca: “È molto pericolosa”
Esteri / “Per colpire il Regno Unito con un missile ci vuole un minuto”: la minaccia di Putin a Boris Johnson
Esteri / Messico, influencer napoletano scambiato per un narcos: "Rinchiuso in una stanza buia"
Esteri / Ucraina, nuove sanzioni contro Russia e Bielorussia: “Useremo le loro proprietà per la nostra difesa”
Esteri / Messico, sub decapitato da uno squalo bianco lungo quasi sei metri
Esteri / Muore in casa ma nessuno si accorge di lei per tre anni
Esteri / Iran, attacco con droni nella notte a Isfahan: i sospetti di Teheran su Israele
Esteri / Ucraina, Zelensky: “Servono missili a lungo raggio per fermare il terrore russo”
Esteri / Il flop degli Accordi di Abramo: affari d’oro sulla pelle dei palestinesi e niente pace
Esteri / Ucraina, la Difesa: “Nessun accordo Roma-Parigi per 700 missili Aster”