Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 22:33
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

L’opposizione siriana cerca il dialogo con Assad

Immagine di copertina

I leader dell'opposizione si sono detti disponibili a negoziare con il regime. Ma le intenzioni di Assad non sono chiare

Opposizione siriana dialogo con Assad

Alti esponenti dell’opposizione siriana in esilio sono stati l’obiettivo di un attentato compiuto in uno dei valichi di frontiera tra Siria e Turchia e costato la vita ad almeno 13 persone.

Da qualche giorno l’opposizione è pronta al dialogo con il presidente Bashar al Assad. Il leader dell’opposizione Muaz al Khatib, che già ha incontrato al Cairo l’inviato della comunità internazionale Lakhdar Brahimi, ha dato la sua disponibilità per trovare un compromesso con il regime e raggiungere un accordo di pace. Tutto questo deve avvenire attraverso le dimissioni di Assad ”con il minimo spargimento di sangue”, ha detto Khatib.

Una delle condizioni poste dall’opposizione, rappresentata dalla Coalizione nazionale siriana, era la liberazione di migliaia di ribelli detenuti in carcere. Secondo Khatib il regime ha perso una “rara opportunità” quando ha rifiutato di rilasciare i prigionieri, ma si sente “moralmente costretto a continuare i negoziati per l’uscita di scena pacifica di Assad”.

Il ministro degli Esteri siriano Faisal Mekdad ha affermato che l’opposizione è libera di partecipare all’iniziativa di dialogo del governo, purché avvenga a Damasco e “senza precondizioni o pressioni sul presidente”. In un’intervista in tv, Mekdad ha suggerito che l’opposizione sta cambiando strategia “perché la resistenza armata è fallita”. Lakhdar Brahimi ha invitato Khatib a perseguire i suoi sforzi nell’offrire accordi di pace ai rappresentanti del governo.

Il regime però sembra non intenzionato a dialogare con l’opposizione. Ricevendo una delegazione giordana a Damasco Bashar ha affermato che “la Siria rimarrà il cuore pulsante del mondo arabo e non cederà alle pressioni esterne”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Siberia, cinque ragazzi trovano e salvano una bambina appena nata abbandonata a -20 gradi
Esteri / Francia, la proposta shock del candidato Zemmour: “Scuole separate per studenti disabili”
Esteri / Djokovic espulso dall’Australia, il presidente serbo: “Trattato come un assassino seriale”
Ti potrebbe interessare
Esteri / Siberia, cinque ragazzi trovano e salvano una bambina appena nata abbandonata a -20 gradi
Esteri / Francia, la proposta shock del candidato Zemmour: “Scuole separate per studenti disabili”
Esteri / Djokovic espulso dall’Australia, il presidente serbo: “Trattato come un assassino seriale”
Esteri / “Il futuro dipende dai non vaccinati, salveranno l’umanità”: l’ultima teoria folle del Nobel Montagnier
Esteri / Djokovic, appello respinto: sarà espulso dall’Australia. “Deluso dalla sentenza”
Esteri / Proteste in Kazakistan, aggiornato il bilancio dei morti: sono 225
Esteri / Come in un film, dottoressa fa nascere una bambina in volo: “Si chiama Miracolo”
Esteri / Eruzione del vulcano sottomarino Hunga Tonga-Hunga Haʻapai, ora è allarme tsunami | VIDEO
Esteri / Novak Djokovic nuovamente in stato di detenzione al Park Hotel. Stanotte decisione definitiva sull’esplusione
Esteri / Stati Uniti, dura accusa alla Russia: “Ha inviato commando in Ucraina per dare il pretesto all’invasione”