Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 06:00
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Morta la donna incinta ferita nel bombardamento all’ospedale di Mariupol

Immagine di copertina

Una delle foto simbolo del drammatico bombardamento all’ospedale pediatrico di Mariupol vedeva una donna incinta, distesa su una barella, mentre si teneva con le mani il grembo insanguinato. Uno scatto che aveva fatto in poco tempo il giro del mondo. Purtroppo la donna è deceduta, insieme al bambino. Nonostante l’intervento dei medici, per loro non c’è stato nulla da fare. Lo rendono noto l’agenzia di stampa nazionale ucraina Ukrinform e la giornalista di Voice of America Asya Dolina.

Decine i feriti di quell’attentato e tre morti accertati. “La prima ragazza incinta che si vede nel reportage video/foto dal luogo dell’attentato all’ospedale pediatrico di Mariupol, quella che è stata portata via in barella, non è sopravvissuta”, ha scritto la giornalista Dolina annunciando la morte della donna incinta e del piccolo che portava in grembo. Secondo Dolina, la morte della donna è stata confermata dal fotografo Evgeny Maloletka, che era presente durante l’evacuazione delle donne dall’ospedale e ha scattato le foto per Associated press. La donna era stata ripresa anche in un video mentre veniva aiutata da volontari e soldati ucraini a scendere le scale dell’ospedale bombardato in barella per essere portata via.

Un’altra donna simbolo di quel folle attacco, la beauty blogger Marianna Pidhurska, fotografata con il pigiama a pois mentre scendeva le scale tra le macerie, è riuscita fortunatamente a salvarsi e ha dato alla luce una bambina. Le truppe russe in queste ore hanno intensificato l’assedio a Mariupol, città nel sud dell’Ucraina, dalla quale i civili stanno cercando di scappare, visto che ormai manca l’elettricità, il cibo e l’acqua, e chi rimane ha iniziato a saccheggiare supermercati e farmacie.

Leggi anche: La ragazza con il pigiama a pois e la teoria del complotto: cosa è successo davvero nell’ospedale di Mariupol

Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, parla il papà del killer: “Avrebbe dovuto uccidere me”
Esteri / Strage in Texas, morto d'infarto il marito di una delle due insegnanti uccise
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky sente Draghi: "Sblocchiamo porti insieme". Cremlino: negoziati sospesi su decisione di Kiev
Ti potrebbe interessare
Esteri / Strage in Texas, parla il papà del killer: “Avrebbe dovuto uccidere me”
Esteri / Strage in Texas, morto d'infarto il marito di una delle due insegnanti uccise
Esteri / Guerra in Ucraina, Zelensky sente Draghi: "Sblocchiamo porti insieme". Cremlino: negoziati sospesi su decisione di Kiev
Esteri / Un nuovo Commonwealth con i Paesi europei più ostili alla Russia: il piano di Boris Johnson
Esteri / Muskgate: l’accusa di molestie e il giallo dei 250mila dollari pagati da SpaceX
Esteri / L’Oklahoma approva la legge contro l’aborto: è la più restrittiva degli Usa
Esteri / La disperata fuga in auto sulle strade del Donbass tra le bombe dei russi
Esteri / Guerra in Ucraina, Lavrov, il piano di pace italiano "non è serio". L'Italia revoca 4 onorificenze ai russi "per indegnità"
Esteri / Strage in Texas, chi è Salvador Ramos: il killer che ha sparato a scuola uccidendo 19 bambini
Esteri / Dopo 11 anni, una consulente di Shell si dimette e accusa l’azienda: “Ha causato danni estremi all’ambiente”