L’Iran prepara la vendetta

Un ordine di rappresaglia inviato da Teheran ai combattenti in Iraq è stato intercettato dagli ufficiali Usa

Di Giovanna Carnevale
Pubblicato il 6 Set. 2013 alle 11:10 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 09:06
0
Immagine di copertina

I combattenti sciiti presenti in Iraq dovranno attaccare le ambasciate e gli interessi americani a Baghdad nel caso gli Stati Uniti intervenissero in Siria. È questo il contenuto del messaggio proveniente dall’Iran e intercettato nei giorni scorsi da ufficiali americani.

L’ordine è chiaro: la risposta ad un attacco militare degli Stati Uniti dovrà avere una risposta.

Intanto i funzionari americani stanno cercando di prevedere le possibili mosse di Siria, Iran e suoi alleati.

Nel mirino, com’è noto, c’è anche Israele: la settimana scorsa il capo delle forze rivoluzionarie iraniane ha detto che un attacco alla Siria condurrà alla “distruzione di Israele”.

Secondo i funzionari americani, il messaggio proveniva da Qasem Soleimani, capo della Revolutionary Guards’ Qods Force.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.