Covid ultime 24h
casi +9.938
deceduti +73
tamponi +98.862
terapie intensive +47

Pensa a un’intossicazione alimentare, invece partorisce: non sapeva di essere incinta

Di Futura D'Aprile
Pubblicato il 7 Apr. 2019 alle 20:47 Aggiornato il 11 Set. 2019 alle 02:25
0
Immagine di copertina

Una donna ha partorito nel bagno di casa il suo primogenito, soccorsa dal marito che era con lei in casa.

Il dettaglio più sorprendente di questa vicenda è che la donna non sapeva di essere incinta.

Nel corso degli ultimi nove mesi non si era accorta della vita che cresceva dentro di lei e aveva solo sofferto saltuariamente di mal di stomaco.

Poi dolori improvvisi e insopportabili al ventre, così intensi da non farle chiudere occhio e da spingerla a credere di essere stata vittima di un’intossicazione alimentare.

Invece a provocarle tutto quel dolore erano le doglie e il bambino che si preparava a nascere, all’insaputa di tutti nella famiglia.

Una sorpresa inaspettata, quindi, ma estremamente gradita. Intervistati dal Sun, Patricia Crawford  e il marito Evan Darragh, che vivono in New Jersey negli Stati Uniti, hanno raccontato che erano anni che cercavano di avere un bambino.

A rendere ancora più speciale la nascita del primogenito, la data. Il bambino infatti è venuto alla luce esattamente un anno dopo la morte del padre di Patricia Crawford: il 28 marzo.

“Mia sorella ha detto la cosa migliore. Mi ha detto che è come se mio padre fosse venuto dal cielo per dire ‘D’ora in poi per te il 28 marzo non sarà più una data triste'”, ha raccontato Patricia.

“È proprio così: la nascita di mio figlio, che abbiamo chiamato James come mio padre, è la cosa più bella che potesse capitarmi”.

Finito il travaglio del parto, la coppia è dovuta correre ai ripari e comprare tutto ciò di cui James (stesso nome del padre di Patricia) avrà bisogno.

>>La storia della ragazza che non sapeva di essere incinta fino al giorno in cui ha partorito

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.