Covid ultime 24h
casi +20.499
deceduti +253
tamponi +325.404
terapie intensive +26

Incidente diplomatico

Mentre gli Stati Uniti tentano la riconciliazione, l'India mette in atto una simbolica rappresaglia

Di Giovanna Carnevale
Pubblicato il 18 Dic. 2013 alle 10:46 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 23:27
0
Immagine di copertina

L’arresto e la perquisizione da parte della polizia statunitense di Devyani Khobragade, diplomatica indiana a New York, ha provocato l’irrigidimento dei rapporti diplomatici tra l’India e gli Usa.

Questi ultimi hanno già fatto sapere che un simile evento non si ripeterà più, e che verranno applicate le procedure più appropriate per la risoluzione del caso.

Devyani Khobragade è stata arrestata lo scorso 12 dicembre per non aver fornito alla polizia statunitense tutte le informazioni necessarie sul suo aiuto domestico, e accusata di versargli uno stipendo al di sotto del livello minimo previsto negli Stati Uniti. In base ai prezzi indiani, però, il salario minimo per il domestico ammonterebbe a quanto riceve il diplomatico stesso.

Intanto in India il governo ha fatto rimuovere le barriere che proteggevano l’ambasciata statunitense in New Delhi. Sebbene nessuna dichiarazione sia stata rilasciata, i media indiani parlano di una chiara mossa di rappresaglia, la prima di una lunga serie.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.