Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 17:44
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

Hezbollah e l’Unione Europea

Immagine di copertina

L'Ue ha deciso di inserire l'ala militare di Hezbollah tra i gruppi terroristici, provocando le reazioni del Partito di Dio

Tra i due estremi possibili, l’Unione Europea ha scelto la via di mezzo. Da un lato Stati Uniti e Israele spingevano perché l’Ue mettesse al bando Hezbollah, dall’altro la cautela suggeriva di mantenere buoni rapporti diplomatici con il Libano, dove l’organizzazione è la più potente forza militare e influenza la vita politica.

Così, lo scorso 22 luglio i ministri degli Esteri dell’Ue hanno raggiunto un accordo per l’iscrizione dell’ala militare dell’organizzazione libanese Hezbollah nella lista nera dei gruppi terroristici – bloccando ogni finanziamento da parte di cittadini europei e congelando i beni di Hezbollah in Europa – ma dall’altro hanno chiarito che saranno comunque leciti gli incontri con i suoi rappresentanti politici.

“Certamente la decisione avrà delle ripercussioni” ha dichiarato ieri Ammar Musawi, rappresentante di Hezbollah per le relazioni internazionali, in un incontro a Beirut con l’ambasciatrice dell’Ue in Libano Angelina Eichhorst.

“Nessuno può condannarmi e tendermi la mano contemporaneamente” aggiunge Musawi, smentendo l’esistenza di un’ala puramente militare di Hezbollah. L’organizzazione ha un corpo unico, con un’unica leadership: “i militari sono politici e i politici sono militari” spiega.

Dal canto suo, Angelina Eichhorst ha detto di aver informato Musawi delle motivazioni che stanno dietro la scelta europea. Il motivo principale è l’attacco che Hezbollah ha compiuto l’anno scorso sul suolo europeo, nella fattispecie in Bulgaria, dove una bomba ha ucciso 5 turisti israeliani e un autista bulgaro nell’aeroporto di Burgas. “L’Unione condanna ogni attacco che avvenga sul suo territorio” – ha detto la Eichhorst – “I ministri degli Esteri hanno deciso di dare un messaggio politico all’ala militare di Hezbollah”.

Nei giorni scorsi è arrivata anche la condanna da Beirut, dove il governo tecnico ha descritto Hezbollah come “una componente essenziale della società libanese”. Al-Manar, il canale televisivo pro-Hezbollah, ha riferito: “Israele ha imposto la sua volontà sull’Europa”.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Proteste in Iran, la denuncia dei medici: “Le donne vengono colpite al volto, al seno e ai genitali”
Esteri / L’Europa si appresta a varare le regole sull’idrogeno verde: ecco perché le lobby sono già in agitazione
Esteri / Libera la cestista statunitense Brittney Griner: scambio di prigionieri con la Russia
Ti potrebbe interessare
Esteri / Proteste in Iran, la denuncia dei medici: “Le donne vengono colpite al volto, al seno e ai genitali”
Esteri / L’Europa si appresta a varare le regole sull’idrogeno verde: ecco perché le lobby sono già in agitazione
Esteri / Libera la cestista statunitense Brittney Griner: scambio di prigionieri con la Russia
Esteri / Iran, primo manifestante giustiziato dall'inizio delle proteste
Esteri / Putin rilancia l’allarme nucleare e ammette: “L’operazione in Ucraina potrebbe essere lunga”
Esteri / Caos in Perù: il Parlamento destituisce Castillo dopo il tentativo di sciogliere l’assemblea. Il presidente arrestato
Esteri / Guerra in Ucraina, Putin: “La Russia è pronta a difendersi con ogni mezzo”. Cresce la minaccia nucleare
Esteri / Il Time sceglie Zelensky come “persona dell’anno” per il 2022
Economia / La Francia vieta i voli brevi: via libera dell’Ue, ma solo se c’è il treno. In Italia a rischio tre tratte
Esteri / Commissione Ue: “Riconoscere i diritti dei genitori gay in tutti i Paesi membri”