Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 19:58
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

La Francia bombarda pesantemente l’Isis in Siria

Immagine di copertina

Il governo francese ha inviato dieci nuovi aerei in Siria che hanno sganciato venti bombe su Raqqa, la capitale de-facto del sedicente Stato islamico

La Francia ha bombardato pesantemente la città siriana di Raqqa, capitale de-facto del sedicente Stato islamico.

Il governo francese ha inviato dieci nuovi aerei da guerra in Siria e ha sganciato almeno venti bombe, secondo quanto dichiarato dal ministro della Difesa francese.

I raid aerei hanno colpito un centro di comando, un centro d’addestramento, una struttura di reclutamento di jihadisti e un deposito di munizioni a Raqqa.

Si tratta del più importante attacco aereo da parte della Francia da quando, l’8 settembre 2015, ha intrapreso una campagna militare contro l’Isis. L’attacco è stato condotto insieme alle forze aeree degli Stati Uniti d’America.

Gli attacchi aerei della Francia giungono 48 ore dopo gli attentati di Parigi rivendicati dall’Isis, che hanno sconvolto la capitale francese e causato la morte di centinaia di vittime.

Il presidente francese Francois Hollande ha dichiarato che gli attacchi a Parigi sono un chiaro “atto di guerra commesso da un esercito terrorista”.

Il primo ministro francese Manuel Valls, sabato 14 novembre, ha detto che la Francia continuerà i raid aerei sulla Siria per colpire il sedicente Stato islamico. “Siamo in guerra e la vinceremo”, ha detto Valls.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Egitto: la seconda udienza del processo contro Patrick Zaki dura solo due minuti, chiesto il rinvio
Esteri / Brexit, crisi del carburante nel Regno Unito: Boris Johnson allerta l’esercito
Esteri / Afghanistan, i talebani vietano il taglio della barba
Ti potrebbe interessare
Esteri / Egitto: la seconda udienza del processo contro Patrick Zaki dura solo due minuti, chiesto il rinvio
Esteri / Brexit, crisi del carburante nel Regno Unito: Boris Johnson allerta l’esercito
Esteri / Afghanistan, i talebani vietano il taglio della barba
Esteri / Grecia, forte terremoto a Creta: almeno un morto e nove feriti
Esteri / Svizzera, vincono i sì al referendum sui matrimoni gay: favorevoli quasi due terzi degli elettori
Esteri / A San Marino l’aborto è diventato legale
Esteri / Elezioni Germania, crolla la Cdu. Spd avanti: per governare serve l'accordo con Verdi e Liberali
Esteri / Elezioni in Germania, proiezioni: Spd in leggero vantaggio sulla Cdu
Esteri / I talebani appendono i cadaveri di 4 uomini a una gru nella piazza di Herat: “Ecco la pena per i rapitori”
Esteri / Nel Regno Unito mancano cibo e benzina, la colpa è della Brexit e nessuno lo dice