Covid ultime 24h
casi +13.844
deceduti +364
tamponi +350.034
terapie intensive -75

La doppia vita delle persone affette da disturbi bipolari

Chi è affetto da disturbi bipolari o depresso, talvolta si mostra al mondo in modo diverso rispetto a quando è da solo in casa

Di Anna Ditta
Pubblicato il 11 Mar. 2015 alle 05:36 Aggiornato il 12 Set. 2019 alle 08:08
1
Immagine di copertina

Per molti anni Liz Obert si è svegliata, si è vestita ed è andata a lavoro come se tutto fosse normale. Ma quando tornava a casa, si sentiva depressa, senza speranza e piena di paure. A vent’anni le è stata diagnosticata la depressione. Da quel momento ha fatto uso di farmaci che però, almeno inizialmente, non sembravano funzionare.

Finché, nel 2009, una psichiatra le ha diagnosticato un disordine bipolare di secondo tipo e le ha prescritto degli stabilizzatori per l’umore. Così, anche se da allora ha dovuto cambiare farmaco un paio di volte, per la maggior parte del tempo Liz è stata bene.

“Come ogni persona che soffre di disturbo bipolare di secondo tipo, conduco una doppia vita”, ci ha raccontato in un’intervista su Skype. “Non ho alcun problema a dire che conduco una vita parallela: ho una personalità che la gente vede tutti i giorni, e un’altra che si nasconde dal mondo”.

Molte altre persone che soffrono di depressione e bipolarismo hanno la stessa esperienza. Per questo, nel 2013 Liz ha deciso di realizzare una serie fotografica sul tema intitolata Dualities.

LEGGI LA STORIA COMPLETA 

1
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.