Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 21:49
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Elezioni Sri Lanka 2019: la sfida tra Sajith Premadasa e l’ex ministro della Difesa Gotabaya Rajapaksa

Immagine di copertina

Elezioni Sri Lanka 2019

Oggi 16 novembre 2019 si tengono le elezioni nello Sri Lanka; a soli sette mesi di distanza dal terribile attacco terroristico che il 21 ottobre dello scorso aprile provocò la morte di oltre 259 persone gli elettori sono chiamati a votare. L’attacco contro le chiese cristiane e i siti turistici rivendicato dallo Stato Islamico di Abu Bakr al-Baghdadi ha portato il Paese a una nuova fase di forte instabilità politica.

Il ministro dell’attuale governo e capo del principale partito di maggioranza Premadasa promette di proseguire l’opera riformatrice e di riconciliazione nazionale del governo uscente e di attuare riforme per combattere la corruzione e aiutare i più poveri.

I candidati in corsa alle elezioni sono 35 ma i veri sfidanti sono Sajith Premadasa, rappresentante del partito di maggioranza in Parlamento, lo United National Party (Unp) e l’ex ministro della Difesa Gotabaya Rajapaksa, leader del Fronte popolare dello Sri Lanka (Slpp).

Sajith Premadasa è il figlio dell’ex presidente dello Sri Lanka dal 1989 al 1993 Ranasinghe Premadasa. La sua campagna elettorale si è basata sull’eredità politica del padre, apprezzato in passato per aver implementato lo Stato sociale e i servizi pubblici a favore della popolazione. La notorietà del padre gli ha valso anche la fiducia della minoranza musulmana che considerava Ranasinghe un uomo vicino al popolo. A sostenerlo è anche la minoranza Tamil, a lungo perseguitata dalla maggioranza buddista.

Il suo sfidante è Gotabaya Rajapaksa, ex ministro della Difesa durante il governo del fratello Mahinda Rajapaksa, presidente dal 2005 al 2015. È considerato “l’uomo forte” in grado di riportare l’ordine nel Paese e ha basato il suo consenso sulla promessa di poter offrire maggior sicurezza dopo gli attentati di Pasqua.

Le elezioni si terranno comunque in un forte clima di tensioni: dopo il 21 aprile infatti i militari non hanno mai smesso di pattugliare le strade, la sorveglianza nei confronti della stampa è aumentata fortemente e la libertà di espressione è stata ridotta.

Attentati di Pasqua in Sri Lanka, 290 vittime (30 stranieri): “Gruppo jihadista dietro attacchi”. Il 23 aprile giorno di lutto nazionale

Ti potrebbe interessare
Esteri / New York vuole offrire il vaccino Johnson&Johnson a tutti i turisti
Esteri / La città giapponese che ha speso i soldi del Recovery per costruire la statua di un calamaro gigante
Esteri / In Colombia la polizia spara su studenti e operai: oltre 30 morti e 800 arresti
Ti potrebbe interessare
Esteri / New York vuole offrire il vaccino Johnson&Johnson a tutti i turisti
Esteri / La città giapponese che ha speso i soldi del Recovery per costruire la statua di un calamaro gigante
Esteri / In Colombia la polizia spara su studenti e operai: oltre 30 morti e 800 arresti
Esteri / Sospensione brevetti vaccini, Ue spaccata: Italia e Francia a favore, Germania contro
Esteri / La guerra della pesca: cosa sta succedendo nella Manica tra Francia e Regno Unito
Esteri / Donna scomparsa ritrovata in un canyon: è sopravvissuta 5 mesi mangiando erba e muschio
Esteri / L’ascesa della lady di ferro di Madrid che ha stravinto le elezioni tenendo aperti i ristoranti
Esteri / Usa, giustiziato per omicidio: 4 anni dopo test scoprono DNA di un altro
Esteri / Francia e Regno Unito inviano navi da guerra nella Manica: alta tensione sulla pesca
Esteri / Un agricoltore ha spostato per sbaglio il confine tra Francia e Belgio