Covid ultime 24h
casi +21.994
deceduti +221
tamponi +174.398
terapie intensive +127

Scozia, il ministro delle Finanze si è dimesso dopo lo scandalo sui messaggi a un minorenne

La notizia è stata riportata dallo Scottish Sun che ha diffuso alcuni dei messaggi di corteggiamento indirizzati attraverso un social media a un ragazzo minorenne di 16 anni

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 7 Feb. 2020 alle 12:28 Aggiornato il 7 Feb. 2020 alle 20:37
148
Immagine di copertina
Credit: filkr

Circa 270 messaggi di corteggiamento e richieste di cene o incontri in poco più di 5 settimane sui social e 12 messaggi con invito ad una partita di rugby organizzato dal Parlamento scozzese: un vero e proprio stalking che ha portato alla denuncia da parte di un 16enne scozzese nei confronti del ministro della Finanza scozzese.

La giovane “speranza” del National Scottish Party, Derek Mackay ha rassegnato le dimissione: lo ha fatto nel giorno della manovra di bilancio presentata ma i motivi sono tutt’altro che politici.

La notizia è stata riportata dallo Scottish Sun che ha diffuso alcuni dei messaggi di corteggiamento indirizzati attraverso un social media a un ragazzo minorenne di 16 anni: “Ho agito stupidamente, mi scuso senza riserve” ha annunciato il Ministro delle Finanze.

Mackay contattò il ragazzo ad agosto e da allora gli ha inviato 270 messaggi su Instagram e su Facebook. In alcuni di questi lo invita a cena e a seguire insieme una partita di rugby, in uno degli ultimi gli scrive: “Sei carino”. Scoppiato lo scandalo, Mackay si è scusato con il ragazzo e la sua famiglia per lo “stupido comportamento”, si è assunto la piena responsabilità di quello che ha fatto e si è quindi dimesso.

Un vero e proprio terremoto che ha sconvolto la Scozia, soprattutto in ragione del contributo politico che Derek Mackay ha dato al governo in questi anni.

“Il suo comportamento è stato al di sotto degli standard richiesti”, ha rimarcato la Premier nazionalista con le opposizioni sul piede di guerra contro l’esecutivo di Scozia, su tutti i Conservatori unionisti che fanno parte del Governo centrale di Boris Johnson.

Il ministro aveva dato scalpore già quando, qualche anno fa, aveva fatto coming out sulla propria omosessualità avendo però già due figli: ad oggi vive con il proprio partner ma resta da capire cosa possa essere successo con quel ragazzino appartenente sconosciuto.

Nello scambio di messaggi, rivela ancora lo Scottish Sun, il Ministro avrebbe chiesto al ragazzo di mantenere “il loro segreto” oltre a farsi complimenti e apprezzamenti reciproci. “Il giovane avrebbe ribattuto più volte affermando di “non provare nulla””, secondo le cronache della Bbc; a denunciare il tutto sarebbe però stata la madre del 16enne non appena scoperto la “tresca” via social del figlio con il Ministro delle Finanze da molti indicato come potenziale prossimo Premier dopo la Sturgeon.

148
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.