Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 20:25
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

La Corea del Nord lancia un missile balistico nel mar del Giappone

Immagine di copertina

Primo test missilistico di Pyongyang da quando Trump è alla Casa Bianca, il presidente Usa rassicura Shinzo Abe "siamo al 100 per cento al fianco del Giappone"

La Corea del Nord ha lanciato un missile balistico a medio raggio nel mare del Giappone domenica 12 febbraio 2017. Si tratta del primo test missilistico di Pyongyang da quando il presidente statunitense Donald Trump ha assunto l’incarico alla Casa Bianca.

Il presidente Usa ha rassicurato il Giappone sostenendo che gli Stati Uniti sono dalla sua parte “al 100 per cento”. La notizia è arrivata mentre Trump si trovava con il primo ministro giapponese Shinzo Abe in visita a Palm Beach, in Florida.

“Voglio che tutti capiscano e sappiano che gli Stati Uniti sono al 100 per cento al fianco del Giappone, un grande alleato”, ha commentato Trump parlando ai giornalisti insieme ad Abe.

Il missile era a medio raggio ed è stato lanciato a est e ha viaggiato per 500 chilometri, raggiungendo il mar del Giappone, secondo quanto dichiarato da funzionari sudcoreani.

Il primo ministro giapponese ha definito il test “assolutamente intollerabile”.

Durante la campagna elettorale, il presidente Trump ha detto che gli impegni di difesa del Giappone e della Corea del Sud da parte degli Stati Uniti sono ingiusti e ha chiesto a Tokyo di pagare i costi delle truppe statunitensi nel suo territorio.

Negli scorsi anni la Corea del Nord ha condotto una serie di test missilistici in violazione delle risoluzioni Onu, i quali creano tensione nella regione asiatica.

**Non restare fuori dal mondo. Iscriviti qui alla newsletter di TPI e ricevi ogni sera i fatti essenziali della giornata.**

Ti potrebbe interessare
Esteri / La Russia bandisce il Moscow Times: è una “organizzazione indesiderabile”
Esteri / Come sarebbe il mondo con un Trump bis
Esteri / Cosa rivelano sull’America le proteste alla Columbia University contro la guerra nella Striscia di Gaza
Ti potrebbe interessare
Esteri / La Russia bandisce il Moscow Times: è una “organizzazione indesiderabile”
Esteri / Come sarebbe il mondo con un Trump bis
Esteri / Cosa rivelano sull’America le proteste alla Columbia University contro la guerra nella Striscia di Gaza
Esteri / Il precedente Eagleton: quando il senatore democratico rinunciò alla corsa alla vicepresidenza degli Usa
Esteri / Altri quattro anni? Cosa succederebbe se Joe Biden vincesse le elezioni presidenziali negli Stati Uniti
Esteri / Reportage TPI – Così il turismo si è mangiato il Costa Rica
Esteri / Iran: Usa condannati a pagare quasi 6,8 mld dlr per gli effetti delle sanzioni sui pazienti affetti da una malattia rara
Esteri / Orban incontra Trump: “Abbiamo discusso di pace: risolverà tutto lui” | VIDEO
Esteri / Nuova gaffe di Biden, al vertice Nato presenta Zelensky chiamandolo Putin
Esteri / Gaza: 32 morti in 70 raid dell'Idf. Media: "4 operatori umanitari stranieri uccisi in un raid a Rafah". Biden assicura: "Progressi verso un accordo di tregua". Media: "Passi avanti sulla riapertura del valico di Rafah". Ma l'ufficio di Netanyahu smentisce: “Nessun ritiro delle truppe dal confine". Hamas vuole una garanzia scritta che la guerra non riprenderà dopo la liberazione degli ostaggi. Il 19 luglio la Corte de L'Aja si pronuncerà sulle conseguenze giuridiche dell'occupazione dei Territori palestinesi