Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 15:37
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Esteri

In Cina è diventato virale un video della nipotina di Donald Trump che parla in mandarino

Immagine di copertina

Arabella, figlia di Ivanka, secondogenita del neopresidente degli Stati Uniti, ha 5 anni ma sa già qualche parola di cinese, nonostante l'antipatia del nonno per Pechino

Il nome Arabella Rose Kushner non è particolarmente noto, ma per chi non lo sapesse, si tratta di una bambina di cinque anni con un parente invece molto conosciuto: Donald Trump.

Arabella è infatti la prima figlia di Ivanka Trump, trentacinquenne secondogenita del presidente eletto degli Stati Uniti, e un video girato l’anno scorso dalla donna con protagonista la bambina sta girando in rete per l’ironia involontaria che lo lega al celebre nonno.

Nel video, infatti, Arabella è agghindata per festeggiare il Capodanno cinese celebrato a febbraio, e prima di andare a letto recita ai suoi genitori una poesia in lingua mandarina dal titolo traducibile come “Solidarietà per i contadini”.

Considerando che uno degli aspetti centrali della campagna elettorale di Donald Trump è stata proprio l’opposizione alla Cina, considerata colpevole di aver invaso il mercato e aver approfittato delle politiche troppo tolleranti degli Stati Uniti in campo economico, rubando posti di lavoro ai cittadini statunitensi.

Qui, a titolo informativo, un montaggio video che ha recentemente avuto molto successo sul web riguardo alle molte volte in cui Trump ha citato la Cina nei suoi comizi e nelle sue interviste:

(L’articolo continua in basso. Credit: HuffPost Entertainment/YouTube)


Da quando Trump è stato eletto, sui social media cinesi il video della nipotina ha ottenuto circa 8,7 milioni di visualizzazioni e 20mila like, con commenti per la maggior parte molto positivi, visto il grande orgoglio della nazione per le dimostrazioni di apprezzamento degli altri paesi nei confronti della loro cultura.

C’è anche chi ha scherzato sull’argomento facendo riferimento a trame spionistiche: “Trump cerca di sapere se i cinesi parlano segretamente male di lui, quindi fa studiare la loro lingua alla nipote”.

Qui sotto, il video pubblicato dalla madre Ivanka su Instagram e un altro in cui la bambina si prepara per la sua lezione di cinese:

Ti potrebbe interessare
Esteri / Spagna, bus esce di strada e rimane inclinato in verticale all’imbocco della galleria: almeno 45 feriti
Esteri / I gruppi
di estrema destra
che bloccano gli aiuti
per Gaza
ricevono donazioni
dagli Usa
e da Israele
Esteri / Prima apparizione di Trump dopo l’attentato: l’ex presidente alla convention repubblicana con l’orecchio bendato. Scelto J.D. Vance come vice
Ti potrebbe interessare
Esteri / Spagna, bus esce di strada e rimane inclinato in verticale all’imbocco della galleria: almeno 45 feriti
Esteri / I gruppi
di estrema destra
che bloccano gli aiuti
per Gaza
ricevono donazioni
dagli Usa
e da Israele
Esteri / Prima apparizione di Trump dopo l’attentato: l’ex presidente alla convention repubblicana con l’orecchio bendato. Scelto J.D. Vance come vice
Esteri / Gaza, il governo di Hamas: "40 morti in due raid dell'Idf. Colpita un'altra scuola dell'Unrwa"
Esteri / Trump, archiviato il caso dei documenti riservati sottratti alla Casa Bianca: “Basta caccia alle streghe”
Esteri / Un nuovo video mostra l’attentatore di Trump mentre si arrampica sul tetto: il pubblico lo nota e richiama l’attenzione
Esteri / Russia, parlò del massacro di Bucha: la giornalista Masha Gessen condannata in contumacia a 8 anni
Esteri / Israele: poetessa palestinese Hanan Awwad fermata, aggredita e interrogata per ore sui suoi scritti
Esteri / Trump torna a parlare dopo l’attentato: “Grazie a Dio non sono morto. Ora ho l’occasione per unire gli Usa e il mondo intero”
Esteri / Gaza, l'Unrwa: "Ci vorranno 15 anni per rimuovere le macerie nella Striscia". Media libanesi: "In settimana in Qatar riprendono i negoziati per la tregua"