Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 18:06
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Brexit, Theresa May ammette: “Senza i Laburisti l’accordo non passerà mai” | VIDEO

Quella che si apre oggi sarà una settimana fondamentale in chiave Brexit. Mercoledì 10 aprile 2019, infatti, si terrà una seduta straordinaria del Consiglio europeo per discutere il controverso e apparentemente irraggiungibile accordo di divorzio della Gran Bretagna dall’Unione europea.

La premier britannica, Theresa May, è sempre più nell’occhio del ciclone dopo le tre bocciature consecutive del proprio Parlamento nei confronti dell’accordo che lei stessa aveva negoziato con l’Ue. Lo stesso Parlamento ha bocciato anche tutte le mozioni alternative.

Per questo motivo, in un video diffuso sui social nelle ultime ore, il primo ministro inglese ha ammesso per la prima volta che l’unico modo per far approvare l’accordo con l’Ue a Westminster è con l’aiuto delle opposizioni.

Nel video, May spiega di “aver fatto tutto ciò che era in suo potere” per persuadere il suo partito (i Conservatori) e i nordirlandesi del Dup. In assenza di una risposta positiva, però, la premier sottolinea la necessità di “tentare un approccio diverso: non ho altra scelta che tendere la mano al resto del Parlamento. Credo che portare a termine la Brexit sia la cosa migliore per noi”.

“Quello che abbiamo davanti – ha spiegato ancora May – è lasciare l’Ue con un accordo o non lasciarla affatto. Il governo ritiene che dobbiamo assolutamente uscire dall’Unione europea e completare la Brexit. Per questo dobbiamo trovare un accordo in Parlamento, un’intesa tra partiti. Non sono d’accordo su molte cose con i Labour, ma penso che sulla Brexit e sulla libertà di movimento, sul garantirci un buon accordo, sulla sicurezza e sull’occupazione, abbiamo qualche punto di intesa”.

La Brexit doveva avvenire inizialmente il 29 marzo, poi è stata prorogata al 12 aprile. Dal momento che continua a mancare l’accordo a Westminster, però, Theresa May ha chiesto formalmente a Bruxelles un’ulteriore proroga, fino al 30 giugno.

Prima di allora, però, l’accordo di Theresa May deve assolutamente trovare la maggioranza a Westminster. Altrimenti il tanto temuto scenario del No Deal rimarrà davvero l’unica strada percorribile per la Brexit.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Ti potrebbe interessare
Esteri / Tensioni UE-Polonia, Morawiecki: “Se vorranno la terza guerra mondiale ci difenderemo con tutte le armi”
Esteri / Colpo di Stato in Sudan: arrestati il capo del governo Hamdok e altri ministri
Esteri / Boom di contagi nel Regno Unito, il governo corre ai ripari e apre al Green Pass
Esteri / Colombia, catturato il narcotrafficante Otoniel. Il presidente Duque: "È il colpo del secolo"
Esteri / Erdogan espelle 10 ambasciatori occidentali tra cui Usa e Francia
Esteri / I vincitori del Wildlife Photographer of the Year 2021
Esteri / Un sistema progettato per evitare la tirannia della maggioranza ha creato la tirannia della minoranza
Esteri / Senatore eletto coi brogli. Ma neanche ora che è stato scoperto dovrà restituire un euro
Esteri / Esercito Europeo: cos’è, come funziona e chi ne fa parte
Esteri / Scudo spaziale, battaglione da 5.000 unità, cooperazione con la Nato: come sarà l’esercito europeo