Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 18:27
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Costretta a dormire a testa in giù e legata: bimba di 19 mesi muore durante la notte

Immagine di copertina

Una bambina di appena 19 mesi costretta a dormire a testa in giù è morta durante la notte.

Secondo quanto riporta il Daily Mail, Ellie-May Minshull-Coyle – questo il nome della piccola – è stata messa dalla madre e dal suo patrigno in una vera e propria gabbia, con la testa rivolta verso il basso mentre le braccia e le gambe erano legate al materasso per impedire che potesse muoversi.

Il letto, come se non bastasse, era circondato da lenzuola e coperte, in modo che non potesse vedere nulla, e nella camera non filtrava alcuna luce.

La notte in cui è morta, la piccola era stata bloccata con delle corde al materasso che era stato inclinato al muro, poi era stata coperta e lasciata sola nella stanza.

Probabilmente, a causa della posizione, durante il sonno la bimba ha avuto una crisi respiratoria ed è morta.

La madre della bambina, Lauren Coyle, 19 anni, e il suo fidanzato Reece Hitchcott, 20 anni, che viveva insieme alla ragazza e sua figlia, sono stati accusati di omicidio.

Accuse respinte dalla coppia. In particolare dalla madre che alla polizia inglese ha raccontato che l’idea di legare la figlia al letto era stata del compagno che in questo modo credeva di poterla aiutare a regolarizzare il sonno. Ma, pur non essendo d’accordo, non si è mai opposta.

A notare che Elly-May non respirava più – secondo le prime ricostruzioni – sarebbe stato il compagno che ha anche chiamato l’ambulanza. Per la bambina, però, non c’è stato nulla da fare.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Ti potrebbe interessare
Esteri / Condannato a 25 anni l’eroe di “Hotel Rwanda”: salvò 1.200 persone dal genocidio
Esteri / “Russia responsabile dell’assassinio di Litvinenko”: la sentenza della Corte europea dei diritti dell’uomo
Esteri / La disperazione di Haiti dopo il terremoto: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Canada, Trudeau perde la scommessa delle elezioni anticipate: liberali al governo senza maggioranza
Esteri / India, sequestrate tre tonnellate di eroina proveniente dall’Afghanistan
Esteri / Usa: marito e moglie No vax muoiono di Covid, dicevano che il vaccino è “un attacco ai diritti umani”
Esteri / Usa, il video shock degli agenti che frustano migranti al confine con il Messico
Esteri / La donna che sfida i talebani: “Mentre tutti scappano dall’Afghanistan, io ho scelto di rimanere per lottare”
Esteri / Russia, sparatoria all’università di Perm: gli studenti scappano dalle finestre. 8 morti
Esteri / Vince il partito di Putin. Timori su possibili brogli