Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 00:24
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Un’auto con a bordo 7 bombole di gas è stata trovata vicino a Notre Dame, a Parigi

Immagine di copertina

Le bombole non erano collegate a un detonatore, ma la polizia ha fatto sapere che il proprietario dell’auto era nella lista dell’intelligence dei soggetti radicalizzati

Un’auto con sette bombole di gas all’interno è stata trovata nella notte tre sabato e domenica 4 settembre nei pressi della cattedrale di Notre Dame, a Parigi. Al momento del ritrovamento le quattro frecce dell’auto stavano lampeggiando e all’interno gli agenti hanno trovato alcuni volantini scritti in arabo e le bombole, che tuttavia non erano collegate a nessun detonatore.

Il nome proprietario della Peugeot 607, alla quale era stata rimossa la targa, era nella lista dei servizi di intelligence francesi dei soggetti radicalizzati. È stato fermato dalle autorità che lo hanno rilasciato dopo averlo interrogato

Martedì 6 settembre, invece, una coppia di persone di 34 e 29 anni è stata arrestata in un’autostrada nel sud della Francia in connessione al ritrovamento dell’auto. La polizia ha fatto sapere che sono ancora sotto custodia.

Secondo le autorità francesi, probabilmente i sospetti stavano conducendo una prova per verificare le misure di sicurezza adottate nelle vicinanze di una delle principali attrazioni turistiche della capitale, la chiesa di Notre Dame, che ogni anno attrae circa 13 milioni di visitatori.

Florence Berthout, la sindaca del Quinto Arrondissement, il quartiere dove era parcheggiata l’auto, ha dichiarato che il caso ha rivelato la necessità di non abbassare la guardia e anzi aumentare il numero di poliziotti che pattugliano le strade della capitale francese.

La Peugeot, infatti, è rimasta parcheggiata almeno due ore in una zona dove è severamente vietata la sosta.

La Francia si trova ancora in una situazione di massima allerta dopo la serie di attentati rivendicati dall’Isis che negli ultimi diciotto mesi hanno colpito la nazione, causando la morte di oltre duecento persone.

Dopo gli attacchi di Parigi nel novembre 2015 le autorità hanno dichiarato lo stato d’emergenza, che un anno dopo rimane ancora in vigore e fornisce alla polizia maggiori poteri nelle indagini e negli arresti.

Tuttavia, dopo l’altro sanguinoso attentato di Nizza del 14 luglio, è ancora acceso il dibattito sull’efficacia delle misure di sicurezza fin qui adottate.

Ti potrebbe interessare
Esteri / San Marino, raggiunta l’immunità di gregge (con lo Sputnik)
Esteri / Cade da una gru durante un video in diretta: morta a 23 anni la star di TikTok Xiao Qiumei
Esteri / Ora Bezos vuole la Luna: proposto alla Nasa lo sviluppo di un lander lunare
Ti potrebbe interessare
Esteri / San Marino, raggiunta l’immunità di gregge (con lo Sputnik)
Esteri / Cade da una gru durante un video in diretta: morta a 23 anni la star di TikTok Xiao Qiumei
Esteri / Ora Bezos vuole la Luna: proposto alla Nasa lo sviluppo di un lander lunare
Esteri / Leverkusen, esplosione in un impianto chimico: almeno un morto. Le autorità: "Non uscite e tenete porte e finestre chiuse"
Ambiente / Il ceo di Philip Morris: “Favorevole al divieto totale di fumo entro il 2030”
Esteri / Costretti a vivere tra le macerie: le vite spezzate dei bambini a Raqqa
Esteri / Gelati e software spia: il boicottaggio di Ben & Jerry’s e il caso Pegasus rivelano l’ambiguità di Israele sui territori occupati
Esteri / In Indonesia oltre 100 bambini a settimana muoiono di Covid
Esteri / Tunisia, il presidente Saied assume i pieni poteri: licenzia il premier e sospende il Parlamento
Esteri / Pizza per l’Italia e Chernobyl per l’Ucraina: la gaffe della tv sudcoreana alle Olimpiadi di Tokyo