Covid ultime 24h
casi +16.146
deceduti +477
tamponi +273.506
terapie intensive -35

Australia arcobaleno

Un territorio australiano vota a favore dei matrimoni omosessuali. E' una sfida al governo federale

Di Giovanna Carnevale
Pubblicato il 22 Ott. 2013 alle 10:38 Aggiornato il 10 Set. 2019 alle 21:41
0
Immagine di copertina

L’Australian Capital Territory, un territorio dell’Australia direttamente dipendente dal governo federale ma dotato di una propria assemblea legislativa e di un governo locale, ha detto sì ai matrimoni tra persone dello stesso sesso.

La legge che legalizza i matrimoni omosessuali è stata approvata dalla maggioranza del Parlamento, guidato da laburisti e verdi. I liberali, invece, si sono espressi contrari. Le coppie omosessuali potranno sposarsi, all’interno del Territorio della Capitale Australiana, indipendentemente dallo stato in cui vivono.

Non è ancora detto, però, che la nuova legge sia compatibile con quella che disciplina il matrimonio a livello federale. Nel 2004, infatti, questa è stata modificata in modo da contemplare il matrimonio solo tra uomo e donna.

L’Australia, attualmente, non sembra essere pronta a legalizzare nazionalmente l’unione tra omosessuali. L’anno scorso, una legge di questo tipo è stata bocciata in entrambe le camere del Parlamento nazionale, e lo stesso primo ministro Tony Abbott si è dichiarato contrario.

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.