Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Ultimo aggiornamento ore 17:45
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Esteri

Un attivista pro-democrazia di Hong Kong è stato condannato a sei mesi di carcere

Immagine di copertina
Credit: Reuters

Joshua Wong, che aveva partecipato alle proteste del 2014 contro le ingerenze della Cina, non potrà candidarsi alle elezioni amministrative per i prossimi cinque anni

L’attivista democratico di Hong Kong Joshua Wong è stato condannato a sei mesi di carcere per aver partecipato alle proteste in favore della democrazia del 2014. Era già stato condannato lo scorso anno ai servizi sociali, ma il governo di Hong Kong ha fatto ricorso sostenendo che quella sentenza era troppo indulgente.

La nuova condanna, oltre a prevedere il carcere, vieta a Wong di candidarsi alle elezioni amministrative per i prossimi cinque anni. Altri due leader studenteschi, Nathan Law e Alex Chow, sono stati condannati rispettivamente a 8 e 7 mesi di prigione.

Il ricorso del governo di Hong Kong è stato giudicato come un pretesto di natura politica destinato a dissuadere le proteste future e a tenere i giovani lontani dall’attivismo politico. Il governo ha negato tutto ciò.

“Imprigionarci non spegnerà il desiderio dei cittadini di Hong Kong di avere il suffragio universale. Siamo più forti, più determinati e vinceremo”, ha scritto Wong su Twitter il 17 agosto 2017.

I tre attivisti erano stati condannati per aver convocato le assemblee studentesche illegali iniziali che contribuirono a innescare le proteste di massa del 2014, la cosiddetta “rivoluzione degli ombrelli”, le manifestazioni in strada e gli scioperi organizzati per protestare contro l’ingerenza di Pechino nella politica di Hong Kong.

Le strade principali della metropoli, in particolare in prossimità dei palazzi governativi, erano state completamente ostruite dai manifestanti, che erano stati dispersi dalla polizia con gas lacrimogeni e spray al peperoncino.

Secondo le leggi del paese, chiunque stia in carcere per più di tre mesi perde il diritto a candidarsi alle elezioni per i cinque anni successivi.

Ti potrebbe interessare
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Ti potrebbe interessare
Esteri / Caso Polonia, Von der Leyen: “Sentenza della corte polacca è sfida all’Ue”. Morawiecki: “No a ricatti”
Esteri / Morto Colin Powell, primo afroamericano a ricoprire il ruolo di segretario di Stato Usa
Esteri / La crisi climatica colpisce Gaza: il territorio palestinese rimarrà senza olio
Esteri / Crisi climatica: negli Stati Uniti il fiume Colorado rischia di scomparire
Esteri / Scotland Yard, il deputato britannico David Amess è stato ucciso “per terrorismo”
Esteri / Polonia, in piazza per dire No all’uscita dall’Ue: il fotoreportage su The Post Internazionale
Esteri / Buckingham Palace e la Torre di Londra potrebbero finire in fondo al mare: lo studio
Esteri / Dall’Austria all’Etiopia: le notizie dal mondo di questa settimana
Esteri / Farnesina, gioco delle coppie all’ambasciata in Russia: parentopoli all’italiana
Esteri / Sei vegano? Nel Regno Unito puoi esimerti dal vaccino anti-Covid: “È come una fede religiosa”