Icona app
Leggi TPI direttamente dalla nostra app: facile, veloce e senza pubblicità
Installa
Banner abbonamento
Cerca
Ultimo aggiornamento ore 09:14
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Stille
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Di Battista
Immagine autore
Guida Bardi
Home » Economia

Tesla: dopo lo stop allo smart working, Elon Musk annuncia il taglio dei dipendenti: “Ridurre il personale del 10%”

Immagine di copertina

Tesla: dopo lo stop allo smart working, Elon Musk annuncia il taglio dei dipendenti: “Ridurre il personale del 10%”

Prima la richiesta di tornare a lavorare in presenza, pena il licenziamento. Adesso la scelta di tagliare il numero di dipendenti del 10 percento. È stata una settimana intensa per i lavoratori di Tesla, dopo gli annunci degli ultimi giorni dell’amministratore delegato Elon Musk, considerato l’uomo più ricco del mondo.

“Sospendere tutte le assunzioni in tutto il mondo”, è il titolo di una mail inviata ieri da Musk ai suoi dirigenti, in cui il miliardario sudafricano avrebbe chiesto di ridurre di un decimo i posti di lavoro in Tesla, facendo riferimento ad una “bruttissima sensazione” sull’andamento dell’economia. L’annuncio, riportato da Reuters, segue la decisione di porre fine al lavoro da remoto in Tesla, con l’obbligo di lavorare in presenza per un minimo di 40 ore a settimana. Una scelta controcorrente rispetto ad altre realtà tech come Twitter, che proprio Musk si sta preparando ad acquistare, in cui è stato introdotto lo “smart working” permanente.

Secondo Musk, il momento difficile che l’economia mondiale sta per affrontare obbliga a scelte nette. Nonostante gli oltre 3 miliardi di dollari di utili riportati nel primo trimestre di quest’anno e la forte domanda per propri i veicoli, Tesla, prima compagnia automobilistica per valore di mercato, potrebbe presto fare i conti con uno scenario diverso. L’inflazione galoppante e l’impegno della banca centrale statunitense a inasprire la politica monetaria potrebbe presto dare una brusca frenata all’economia statunitense. Alle previsioni fosche si vanno ad aggiungere le difficoltà incontrate nel riavviare la produzione nell’impianto di Shanghai, dopo le stringenti restrizioni imposte dal governo cinese per contenere Covid-19.

Per Tesla non sarà la prima volta: già nel 2018 e nel 2019 Musk aveva imposti forti tagli alla forza lavoro, ridotta rispettivamente del 9 e del 7 percento mentre nel 2020 erano stati ridotti gli stipendi per far fronte alla pandemia.

Ti potrebbe interessare
Cronaca / Consumi, le famiglie non hanno mai speso così tanto per energia, gas e carburanti
Economia / I gadget personalizzati come un’efficace strategia di marketing per fidelizzare i clienti
Economia / Gas, Draghi cancella dal Decreto Bollette la tassa sugli extraprofitti
Ti potrebbe interessare
Cronaca / Consumi, le famiglie non hanno mai speso così tanto per energia, gas e carburanti
Economia / I gadget personalizzati come un’efficace strategia di marketing per fidelizzare i clienti
Economia / Gas, Draghi cancella dal Decreto Bollette la tassa sugli extraprofitti
Economia / La vendita diretta a domicilio è più viva che mai: i dati di Univendita
Economia / Bollette, nuovo decreto contro il caro energia. Draghi: “Evitati aumenti fino al 45%”
Economia / Investire nel 2022 puntando sulla consulenza evoluta: le risposte di BNL BNP Paribas
Economia / Fame zero e corretta nutrizione nell’obiettivo di BG4SDGs – Time To Change, il progetto fotografico di Banca Generali e Stefano Guindani
Economia / Gli imperi sportivi più ricchi del mondo, tra Europa e America
Economia / La Russia è vicina al default: le sanzioni bloccano i pagamenti sui bond in dollari ed euro
Economia / Smart working, diritti Lgbt, parità di genere: ecco chi è Melissa Peretti, il nuovo capo di Google in Italia