Banner donazione
Ultimo aggiornamento ore 11:00
Immagine autore
Lucarelli
Immagine autore
Telese
Immagine autore
Gambino
Immagine autore
Mentana
Immagine autore
Urbinati
Immagine autore
Sabelli Fioretti
Immagine autore
Cavalli
Immagine autore
Antonellis
Immagine autore
Serafini
Immagine autore
Bocca
Immagine autore
Revelli
Immagine autore
Dimassi
Immagine autore
Di Battista
Home » Economia

Il governatore di Bankitalia Visco: “Lo spread è salito anche per i timori di uscita dall’euro”

Immagine di copertina

SPREAD OGGI – La risalita dello spread verso quota 280 allarma anche i vertici della Banca d’Italia. Il governatore Ignazio Visco ha parlato dell’elevato livello di differenziale Btp/Bund avvertendo dei rischi sia per i conti pubblici che per l’economia reale. Lo spread italiano – ha detto stamane il numero uno di Bankitalia – “è sopra 270 punti base, più del doppio del livello di inizio 2018, prima delle elezioni politiche” e l’alto livello del debito “espone l’Italia alla volatilità del mercato finanziario”.

Spread oggi | Visco: “È salito anche per i timori sull’euro”

Visco è intervenuto al Aaron Istituto dei Herliza in Israele. “Una credibile strategia di ridurre il livello del debito nel medio termine non può più essere rinviata” – ha spiegato – anche perché “se l’aumento degli interessi persiste peserà inevitabilmente sul costo del debito”, cioè sulla spesa pubblica. L’effetto dell’aumento dello spread sul costo dei prestiti bancari a famiglie e imprese “è stato finora limitato”, “ma segnali di tensione stanno iniziando ad emergere”.

Stando alle indicazioni di Visco l’economia reale potrebbe essere colpita in maniera significativa nel lungo periodo. “Secondo le nostre indagini, le condizioni di credito si sono irrigidite, specialmente per le piccole imprese, in seguito all’aumento dei costi di raccolta bancaria e al peggioramento delle previsioni economiche”, ha detto il governatore.

Il differenziale tra rendimento di Btp e Bund decennali sarebbe salito anche per i rischi di uscita dall’euro. “I premi sui Cds (credit default swaps) suggeriscono che il differenziale dei titoli di stato italiani è salito a seguito sia dell’aumento dei rischi di credito sia dei rischi di ridenominazione dei titoli in una diversa moneta” rispetto all’euro.

Spread oggi 16 maggio 2019 | Chiusura a 278

Oggi, 16 maggio 2019, lo spread Btp/Bund è tornato sotto i 280 punti base, precisamente a quota 278, con un rendimento del titolo a 10 anni del Tesoro al 2,68%. Nella giornata il differenziale tra rendimento dei titoli di Stato italiani decennali ed omologhi tedeschi è oscillato tra i 276 e 286.

Ti potrebbe interessare
Economia / Ricavi record per il Re dei vaccini: a Pfizer 26 miliardi di dollari. Tassati solo al 6%
Economia / Adil e Luana, vittime dei “nuovi” caporali del Covid (di Luca Telese)
Economia / Un neo-laureato su 3 rimane disoccupato: penalizzati i giovani del Sud e le donne
Ti potrebbe interessare
Economia / Ricavi record per il Re dei vaccini: a Pfizer 26 miliardi di dollari. Tassati solo al 6%
Economia / Adil e Luana, vittime dei “nuovi” caporali del Covid (di Luca Telese)
Economia / Un neo-laureato su 3 rimane disoccupato: penalizzati i giovani del Sud e le donne
Economia / "Caro Draghi, su Ilva e Stellantis non esiste una politica industriale. Sui licenziamenti scendiamo in piazza": intervista a Re David (Fiom)
Economia / La ripresa degli investimenti pubblici in Italia
Economia / Verso un modello di sviluppo “verde” e inclusivo: SACE pubblica il Bilancio di Sostenibilità
Economia / Il cambiamento climatico rischia di essere un boomerang per i Petro-Stati, svalutando i giacimenti
Economia / Altro che riduzione delle emissioni per salvare l’ambiente: Eni aumenterà la produzione di gas
Economia / “Tutte le colpe dei petrolieri”: il libro che indaga sulle responsabilità del disastro climatico
Economia / Stellantis annuncia 4 nuove auto elettriche a Melfi. Ma sugli altri siti italiani tutto tace