Pensioni news, le ultime notizie di oggi 23 settembre | Landini (Cgil): “Opzione Donna è penalizzante”

Tutti gli aggiornamenti in materia di previdenza sociale

Di Laura Melissari
Pubblicato il 23 Set. 2019 alle 09:10 Aggiornato il 23 Set. 2019 alle 18:37
0
Immagine di copertina
Il premier Giuseppe Conte e il leader della Cgil Maurizio Landini

Pensioni news e Quota 100: le ultime notizie di oggi

In questo articolo tutte le news e le ultime novità in tema di pensioni, aggiornate alla data di oggi, lunedì 23 settembre. Di seguito le notizie in tempo reale per essere sempre informati sul sistema previdenziale e, in particolare, su Quota 100, Opzione Donna, Ape social e gli altri programmi di pensionamento anticipato.

Pensioni news, Landini (Cgil): “Opzione Donna è penalizzante”

Il segretario della Cgil, Maurizio Landini, boccia Opzione Donna. “C’è un problema per le donne. Opzione donna c’è ma è abbastanza penalizzante”, ha detto Landini sul palco delle Giornate del lavoro della Cgil, a Lecce, durante il dibattito tra lui e il premier Giuseppe Conte. “Bisogna riconoscere un anno di contributi per ogni figli  e una pensione di garanzia per i giovani”, ha precisato Landini.

Durante il confronto tra Landini e Conte si è parlato anche di Quota 100. “Quota 100 non ha risolto il problema della revisione della legge Fornero, che rimane aperto e va discusso”, ha osservato Landini. Conte, da parte sua, ha garantito ancora una volta che il programma di pensionamento anticipato per chi ha almeno 62 anni d’età e 38 di contributi sarà mantenuto, a ha precisato che si tratta di “una misura temporanea”. “Quota 100 sarà mantenuta, ma non è la panacea dei problemi del sistema pensionistico”, ha detto il premier. “È una misura temporanea, introdotta per sanare una ferita, un vulnus”.

Opzione Donna, un anno di contributi per ogni figlio: la proposta Cgil

Quota 100: poche adesioni tra le donne

Quota 100 ha registrato molte più adesioni tra gli uomini rispetto a quanto avvenuto tra le donne. Scorrendo i dati del 2019 aggiornati a settembre, si scopre che su circa 176mila domande accolte, 130mila sono arrivate da uomini e solo 40mila da donne. Questa discrasia, secondo alcune indiscrezione, potrebbe portare a una revisione dei requisiti di accesso alla misura (ne abbiamo parlato qui).

Oltre alla differenza di genere tra i beneficiari, un altro punto imprevisto del programma di pensionamento anticipato è quello che riguarda l’età degli aderenti. Due terzi di coloro ai quali è stata accolta la domanda, infatti, hanno più di 63 anni, il ché significa che tra i 62enni la misura è poco sfruttata.

Quota 100 ci sarà anche nel 2020

Anche nel 2020 sarà possibile aderire a Quota 100, il programma di pensionamento anticipato che consente di uscire dal mercato del lavoro con almeno 62 anni d’età e 38 di contributi versati. Il premier Giuseppe Conte, ma anche i ministri Gualtieri (Economia) e Catalfo (Lavoro), nelle ultime settimane hanno assicurato che nella prossima Legge di Bilancio la misura sarà confermata.

Secondo indiscrezioni, Quota 100 dovrebbe essere mantenuta dal nuovo governo fino alla scadenza della sperimentazione triennale, ossia fino al termine del 2021, per poi essere sostituita da una diversa forma di pensionamento anticipato. Lo scenario potrebbe cambiare se all’interno della maggioranza di governo il fronte dei contrari a Quota 100 dovesse intensificare il pressing. Come noto, la misura non piace al Pd e nei giorni scorsi anche Matteo Renzi, leader di Italia Viva, ha parlato di provvedimento “folle”. Se gli avversari di Quota riuscissero a spuntarla, per il programma di pensionamento anticipato potrebbe esserci uno stop prima del 2021.

Tutte le news di pensioni dei giorni scorsi

Per tutti i dettagli su Pensioni Quota 100, ed anche su Pensioni Opzione DonnaQuota 41Ape social e volontaria ecco una serie di link utili:

0
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.