Covid ultime 24h
casi +8.824
deceduti +377
tamponi +158.674
terapie intensive +41

Di Maio: “Stop tasse nel 2021 per partite Iva e autonomi”

Di Lara Tomasetta
Pubblicato il 15 Dic. 2020 alle 16:50
229
Immagine di copertina

Anno bianco fiscale per le partite Iva: un 2021 senza tasse è il progetto al quale sta lavorando il Governo, insieme alle forze di opposizione. Ad annunciare le novità in cantiere è il Ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, con un post pubblicato sulla propria pagina Facebook.

Ridurre il peso delle tasse ma solo per coloro che hanno subito un calo del 33% del proprio fatturato durante il lockdown – quindi nei mesi di marzo, aprile e maggio – e con un reddito fino a 50mila euro all’anno. Quindi niente tasse per questa fascia di lavoratori – resterebbero esclusi coloro che il calo lo hanno avuto proprio in conseguenza del lockdown e quindi nei mesi successivi – con lo Stato a farsi carico dei contribuiti che dovranno versare autonomi e partite iva.

“È una misura fondamentale a cui stiamo lavorando anche grazie a una seria collaborazione istituzionale con le opposizioni, seguendo il solco tracciato dal presidente Sergio Mattarella”, ha scritto Di Maio che ha aggiunto come “davanti a una crisi non esistono bandiere politiche, ma servono solamente fatti concreti per aiutare chi si trova in difficoltà e, in particolare, le categorie più colpite, come appunto le partite iva, gli artigiani, i commercianti e gli autonomi. Quando l’Italia gioca da squadra, vince sempre. Avanti così”.

Immediata però la reazione del centrodestra: sin dall’inizio del lockdown i partiti di Centrodestra chiedono di introdurre un anno bianco fiscale per le partite Iva. Una misura scartata immediatamente dal premier Conte, ma che sembra ora meno improbabile.

Leggi anche: Lombardia, il Natale in zona gialla non salverà i consumi: “Perderemo 1,6 miliardi”

229
Accesso

Se non ricordi la tua password o in precedenza usavi un account social (Facebook, Google) per accedere, richiedi una nuova password.